DONAZIONE DI SANGUE ALL’UNIVERSITÀ EUROPEA DI ROMA

Data: 08/05/2017

Mercoledì 10 e giovedì 11 maggio 2017, dalle 8.00 alle ore 12.00, l’Università Europea di Roma organizza una raccolta di sangue aperta a tutti, nella sua sede, in via degli Aldobrandeschi 190, in collaborazione con l’Associazione Donatori Volontari di Sangue EMA-Roma.

All’attività parteciperanno gli studenti dello stesso ateneo. L’Università Europea di Roma, infatti, ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti anche lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.

In questo solco si inserisce l’attività di donazione di sangue, che è tra le iniziative di responsabilità sociale dell’università. Gli studenti collaborano alle iniziative dell’Associazione EMA-Roma che si svolgono nel corso dell’anno, non solo durante le raccolte del sangue, ma anche con incontri di informazione e di sensibilizzazione alla donazione volontaria.

Questi incontri hanno l’obiettivo di sviluppare la conoscenza del mondo della donazione del sangue e i principi che ne derivano. Illustrano le pratiche operative che vengono utilizzate per poter realizzare, migliorare e sviluppare donazioni e gruppi di donatori, con lo scopo di raggiungere una donazione periodica e volontaria.

L’Università Europea di Roma organizza la raccolta di sangue due volte all’anno. Sono momenti di solidarietà che riuniscono l’intera comunità dell’ateneo: studenti, professori, familiari, dipendenti, amici, collaboratori.

Inoltre la raccolta è aperta a tutti. Tutti possono recarsi all’Università Europea di Roma il 10 e l’11 maggio e donare il sangue.

Per informazioni e prenotazioni: tel. 06 66543922.

E-mail: lcannarsa@unier.it

UNA MANO TESA NEL PRESENTE PER COSTRUIRE UN FUTURO

Data: 08/05/2017

L’Università Europea di Roma utilizzerà le donazioni ricevute con il 5 per mille per aiutare gli studenti in difficoltà.

Dona il tuo 5X1000 alla UERCon la vostra firma il futuro di uno studente diventa realtà!

L’Università Europea di Roma ha scelto di utilizzare le donazioni ricevute con il 5 per mille per aiutare gli studenti che attraversano momenti di difficoltà.

Il percorso universitario dei giovani non è sempre facile. A volte può essere ostacolato da imprevisti dolorosi, che rischiano di rallentarlo o di interromperlo: crisi economica, difficoltà familiari, problemi di salute.

L’Università Europea di Roma non vuole perdere gli studenti in difficoltà. Per questa ragione invita a donare il 5 mille per aiutare i giovani a continuare il loro cammino.

E’ un gesto semplice, che non costa nulla. Ma può avere un significato enorme. Sarà una mano tesa nel presente per costruire un futuro.

Basta indicare nella dichiarazione dei redditi il codice fiscale dell’Università: 08 44 72 81 000

E’ possibile vedere qui un ideo con la testimonianza di Giorgia, studentessa dell’Università Europea di Roma, che ha potuto continuare i suoi studi grazie al contributo del 5 per mille.

LA SCUOLA DELL’INCLUSIONE E DELL’ACCOGLIENZA

Data: 08/05/2017

L’Università Europea di Roma ha tra le sue caratteristiche una forte attenzione ai temi dell’accoglienza e dell’inclusione.

In questo solco si inserisce il suo nuovo Corso di specializzazione abilitante per le attività di sostegno agli alunni con disabilità.

Sarà un percorso formativo, di 60 CFU, per l’acquisizione delle competenze didattiche atte a favorire l’integrazione scolastica degli alunni diversamente abili, secondo quanto disciplinato dal DM 30 settembre 2011 e successive modifiche e integrazioni.

Al corso possono iscriversi, qualora in possesso dei requisiti richiesti e previo superamento del concorso, i docenti abilitati all’insegnamento nelle scuole, secondo quanto previsto dal bando e anche i dottorandi e gli assegnisti di ricerca.

A conclusione del corso, il candidato che supererà l’esame finale conseguirà il diploma di specializzazione per l’attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, che lo abiliterà all’iscrizione negli elenchi per il sostegno ai fini delle assunzioni a tempo indeterminato e a tempo determinato nei relativi posti disponibili.

Il docente specializzato per il sostegno opera in classi dove sono presenti uno o più alunni con disabilità, al fine di favorirne e promuoverne il processo di integrazione. Offre la sua professionalità e competenza per apportare all’interno della classe un significativo contributo a supporto della collegiale azione educativo-didattica, secondo i principi di responsabilità e di collegialità.

Ulteriori informazioni sono sulla pagina descrittiva del corso.

SERVENDO SI IMPARA

Data: 08/05/2017

Mercoledì 10 maggio 2017, alle 13.00, all’Università Europea di Roma, via degli Aldobrandeschi 190, si terrà l’incontro “Servendo si impara. Esperienze e testimonianze dei partecipanti alle attività di responsabilità sociale”.

L’Università Europea di Roma ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti anche i giovani ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.

Per questa ragione gli studenti sono chiamati a partecipare per un anno ad attività di responsabilità sociale, che sono un servizio volto a promuovere i valori della convivenza e dell’accoglienza della diversità.

Nell’incontro del 10 maggio gli studenti dell’università racconteranno le loro esperienze, attraverso testimonianze personali. Saranno illustrati i frutti delle tante attività che si sono svolte. Il servizio per gli altri è un’opportunità di formazione importante, che l’Università Europea di Roma ha voluto offrire fin dalla sua fondazione.

Nell’anno accademico 2016 – 2017, i giovani hanno preso parte a queste attività: Angeli per un giorno e Gioventù Missionaria (Mission Network), Associazione Andrea Tudisco ONLUS, Associazione Donatori Volontari di Sangue EMA Roma, Natale 365, Fondazione Banco Farmaceutico ONLUS, Caritas di Roma – Asilo Nido Piccolo Mondo, Casa di accoglienza S. Giacinta, Centro di pronta accoglienza “Casa di Cristian”, Il Cantiere ONLUS, VIS Foundation Italia ONLUS, Associazione sportiva dilettantistica “Ercolini di Don Orione”, Laboratorio di comunicazione “Non sei un nemico!”, Viaggio di studio sui diritti umani presso le Corti europee.

All’incontro interverranno il Rettore dell’Università Europea di Roma Padre Pedro Barrajón LC e Santo Rullo, Psichiatra Responsabile di Villa Letizia e Presidente dell’International Football Committee on Mental Health, organismo composto da 8 Paesi firmatari della Dichiarazione di Tokyo sullo Sport per persone problemi di salute mentale.

Il tema dello sport per persone con problemi mentali ha ispirato il docufilm “Crazy for Football”, premiato come miglior documentario dei David di Donatello 2017. E’ la storia di un gruppo di pazienti dei dipartimenti di salute mentale di tutta Italia, che nel febbraio del 2016 ad Osaka, in Giappone, hanno partecipato al Campionato del Mondo di Calcio a cinque per persone affette da disturbi mentali.

Per informazioni: tel. 06 66543922.

E-mail: lcannarsa@unier.it

CLASSIFICA DELLE UNIVERSITÀ ITALIANE: L’UNIVERSITÀ EUROPEA DI ROMA RAGGIUNGE IL VERTICE NELL’AMBITO DELLA RICERCA

Data: 21/03/2017

L’Università Europea di Roma (UER) si posiziona al vertice delle classifiche appena pubblicate dalla Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).

In particolare i risultati della Valutazione della Qualità della Ricerca 2011-2014, che ha considerato le pubblicazioni scientifiche di tutti i docenti delle università italiane, ha evidenziato che l’Università Europea di Roma nell’Area 10 (Scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche) si è classificata al primo posto nella graduatoria assoluta di tutte le Università italiane.

E’ inoltre emerso l’eccellente risultato dell’area giuridico-privatistica delle università di categoria. Gli atenei sono in tutto 45 e l’UER è al dodicesimo posto.

Ottimo risultato anche per l’Area delle Scienze economico-aziendalistiche, dove l’UER si colloca al diciottesimo posto su 66 atenei di categoria con Economia e Gestione aziendale.

Per l’Area 11.b (Psicologia) quasi la metà delle pubblicazioni sottoposte a valutazione (esattamente il 43,6%) ha raggiunto i punteggi massimi di eccellente ed elevato. L’UER si posiziona diciannovesima su 42 Università piccole e molto piccole.

“E’ un risultato che conferma la bontà degli investimenti fatti in termini di arruolamento dei professori e di finanziamento alla ricerca” dichiara il prof. Alberto Gambino, Prorettore con delega alla Ricerca.

“In questo scenario – aggiunge il prof. Gambino – abbiamo oggi la certezza che i nostri studenti trovano nell’Università Europea di Roma competenze davvero all’altezza della migliore formazione possibile e di un’entrata proficua nel mondo del lavoro e delle professioni”.

INAUGURAZIONE DELL’ANNO ACCADEMICO DELL’UNIVERSITÀ EUROPEA DI ROMA

Data: 15/02/2017

Le sfide dell’università oggi: interculturalità ed etica.

Giovedì 2 marzo 2017, alle 11:00, in via degli Aldobrandeschi 190, si terrà la cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico 2016 – 2017 dell’Università Europea di Roma.

Sarà aperta dal saluto e dalla relazione del Rettore Padre Pedro Barrajón LC.

Il tema dell’incontro sarà “Le sfide dell’università oggi: interculturalità ed etica”.

Ne parleranno Mons. Nunzio Galantino, Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana, e Raffaele Cantone, Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione.

L’incontro proseguirà con la menzione di merito dei migliori studenti e con l’intervento di un docente e di uno studente.

Parteciperà anche il Coro dell’Università Europea di Roma, con l’inno della Repubblica Italiana e un intermezzo musicale.

L’Università Europea di Roma ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali ma che orienti anche lo studente ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.

APERTURA MASTER MOT – LECTIO MAGISTRALIS “GLI SCENARI DEL TURISMO CHE CAMBIA”

Data: 30/01/2017

Master MOT – V edizione- Anno accademico 2016/2017

Aula Master 31 gennaio 2017 ore 9:30.

Inaugurata ufficialmente la 5° edizione del Master MOTManagement delle Organizzazioni Turistiche con il saluto del Magnifico Rettore Padre Pedro Barrajón, L.C. ai 18 studenti e alle coordinatrici Prof. Carmen Bizzarri e Prof. Alessandra Romano. A seguire la Lectio Magistralis “Gli scenari del turismo che cambia” tenuta da Marco Misischia, imprenditore di successo del settore alberghiero e dell’incoming di nicchia, coautore del libro ““Il turismo a Roma – Per crescere tutti. Per crescere assieme”.

LE QUESTIONI DEL LAVORO FRA DIRITTO ED ECONOMIA AFFRONTATE IN UN UNICO MASTER ALL’UNIVERSITÀ EUROPEA DI ROMA

Data: 17/01/2017

Le questioni del lavoro fra diritto ed economia affrontate in un unico Master all’Università Europea di Roma

L’Università Europea di Roma ha attivato anche quest’anno il Le questioni del lavoro fra diritto ed economia affrontate in un unico Master all’Università Europea di Roma, orientato all’integrazione piena ed operativa delle discipline giuslavoritiche con quelle economico-aziendali e macroeconomiche del lavoro.

L’elemento innovativo del Master è l’integrazione, non solo teorica ma soprattutto operativa (attraverso laboratori guidati dai docenti), fra i saperi giuridici e quelli economici relativi alla gestione dei rapporti di lavoro, sia a livello individuale che collettivo per preparare professionisti a saper valutare insieme la norma e il suo impatto gestionale nell’organizzazione, anche economica, dell’azienda e del contesto produttivo in cui va applicata.

Il corso, infatti, si propone di offrire una solida formazione specialistica sul Diritto del Lavoro, Sindacale e della Sicurezza Sociale, italiano ed europeo, posto in correlazione con gli elementi di Economia Aziendale, nonché con elementi di Macroeconomia, di misurazione statistica del mercato del lavoro connessi alla gestione dei rapporti di lavoro e delle risorse umane sotto il profilo individuale, collettivo, previdenziale, nonché sotto il profilo operativo connesso alle politiche di governo del mercato del lavoro.

Arricchiscono l’offerta formativa elementi fondamentali di Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni.

Il Master è diretto, fra gli altri, a liberi professionisti nelle aree della consulenza del lavoro (avvocati, commercialisti e revisori contabili, consulenti del lavoro, consulenti d’impresa); dirigenti e funzionari di associazioni di categoria, di associazioni sindacali, di enti bilaterali; dirigenti e funzionari addetti alla gestione e all’amministrazione del personale e allo sviluppo delle risorse umane di imprese industriali e terziarie.

Il corpo docente si compone di primari studiosi di livello nazionale ed internazionale delle materie coinvolte, nonché da professionisti e operatori di lunga esperienza.

Coordinatori del Master sono il Prof. Pasquale Sandulli e il Prof. Felice Testa.

E’ possibile consultare la scheda del Master.

Per ulteriori informazioni:

Tel. 06 665431

E-mail: felice.testa@unier.it (Coordinatore del Master)

paola.botticelli@unier.it (Segreteria)

LA SOLIDARIETÀ È UNA SPERANZA PER IL DOMANI

Data: 29/12/2016

Sono tanti gli invisibili della società contemporanea: i migranti che muoiono in mare cercando una speranza, i disabili che affrontano ogni giorno una vita piena di ostacoli, le nuove schiave della prostituzione e della tratta, gli anziani soli, le vittime della droga e delle nuovo forme di dipendenza.

Queste persone esistono. Ma a volte sembriamo non accorgercene, perché vivono in eterne periferie dell’anima e dello spazio, ai margini della storia. Ce ne ricordiamo soltanto attraverso statistiche e numeri.

Di questi temi si è parlato in un incontro all’Università Europea di Roma, ispirato alle poesie di Cesare Davide Cavoni, giornalista di TV2000, raccolte nel suo libro “Censimento degli invisibili”.

“In definitiva, lo sforzo di queste poesie – ha ricordato Cavoni – è quello di raccontare storie e dare senso e nome alla realtà”. Una realtà in cui, a volte, si muovono figure familiari e al tempo stesso lontanissime.

“Ma c’è anche un altro tipo di invisibilità che caratterizza i nostri tempi”, ha spiegato nel suo intervento Carlo Climati, giornalista e scrittore. “E’ l’invisibilità del bene e delle buone notizie che vengono trascurate da alcuni mezzi di comunicazione”.

“Oggi – ha sottolineato Climati – c’è una tendenza a dipingere il mondo a tinte scure, come se fosse irrimediabilmente corrotto. Eppure basterebbe guardarsi intorno per accorgersi che esistono tante bellissime storie di solidarietà. Sono le opere semplici di chi ha saputo illuminare la vita quotidiana con un piccolo gesto d’aiuto per gli altri”.

Un esempio di queste esperienze positive è stato offerto, nel corso dell’incontro, dalle testimonianze di Tommaso Colella e Mara Stano, della Comunità Nuovi Orizzonti, impegnata da anni in azioni di solidarietà a sostegno di chi è in grave difficoltà, con una particolare attenzione alle problematiche dei ragazzi di strada e del mondo giovanile.

“Nuovi Orizzonti nasce proprio con la ricerca degli invisibili da parte della fondatrice Chiara Amirante”, hanno spiegato i rappresentanti della comunità. “Chiara si avvicinava alle persone in difficoltà intorno alla Stazione Termini di Roma e poneva loro la domanda: come stai? Da questo semplice gesto di affetto e di vicinanza è nato un percorso che ha portato tante vite a rinascere e a ritrovare fiducia nel domani”.

L’incontro è stato accompagnato dalla lettura di alcune poesie, con Maria Rita Di Prospero. In conclusione, Padre Nicola Tovagliari LC, Cappellano dell’Università Europea di Roma, ha ricordato l’importanza del donare amore agli invisibili che ci circondano, sforzandosi di seguire la cultura dell’incontro e dell’accoglienza.

Carlo Climati

UN CENSIMENTO DEGLI INVISIBILI

Data: 23/11/2016

Incontro all’Università Europea di Roma sulle periferie dell’anima e dello spazio

Martedì 29 novembre 2016, alle 13:30, all’Università Europea di Roma, si terrà l’incontro “Un censimento degli invisibili“.

Sarà un viaggio alla ricerca degli invisibili nel mondo di oggi, attraverso riflessioni, testimonianze e letture di poesie.

Nella società di oggi sono tanti gli esseri umani “invisibili”.

Esistono, ma sembriamo non accorgercene.

Attraverso il linguaggio della poesia è possibile fare un “censimento” di queste persone che ci sfuggono.

Sono gli invisibili che vivono in eterne periferie, dell’anima e dello spazio, ai margini della storia.

Sono i migranti che muoiono in mare, cercando una speranza.

Sono i disabili, costretti spesso ad una vita in salita, tra barriere ed ostacoli.

Sono i carcerati, che sperano nella possibilità di una vita nuova.

Sono le nuove schiave della prostituzione e della tratta, che subiscono violenze senza fine.

Sono le vittime delle guerre e dei regimi.

Sono i malati terminali, in coma o in stato vegetativo persistente,

Sono i disoccupati, che hanno perso il lavoro a quarant’anni e non riescono a ritrovare uno spazio nella società.

Sono i poveri, gli anziani, gli emarginati, i diversi, le persone senza fissa dimora, le vittime della droga e delle nuove forme di dipendenza….

Figure familiari, che ci capita di incontrare nella vita quotidiana. Ma che possono sembrare ai nostri occhi lontanissime o addirittura inesistenti, se restiamo chiusi nel nostro guscio di egoismo e di incomunicabilità.

Ne parleranno Cesare Davide Cavoni, giornalista di TV2000, autore del libro di poesie “Censimento degli invisibili, e Carlo Climati, giornalista e scrittore.

Una parte dell’incontro sarà dedicata alle testimonianze della Comunità Nuovi Orizzonti, storie di vita e di speranza. Questa comunità internazionale, fondata da Chiara Amirante, si pone l’obiettivo di intervenire in tutti gli ambiti del disagio sociale, realizzando azioni di solidarietà a sostegno di chi è in grave difficoltà, con una particolare attenzione alle problematiche dei ragazzi di strada e del mondo giovanile.

I dialoghi si alterneranno ad una lettura di poesie sul tema degli invisibili, con Maria Rita Di Prospero.

Concluderà l’incontro una riflessione di Padre Nicola Tovagliari LC, Cappellano dell’Università Europea di Roma.

L’ingresso è libero. Per informazioni: Tel. 06 665431.

Carlo Climati.