Gli studenti UER sono tornati ad Amatrice

Un gruppo di studenti dell’Università Europea di Roma, dopo l’esperienza della missione estiva, è tornato a trovare la gente di Amatrice dal 31 ottobre al 4 novembre 2018. L’iniziativa è stata promossa da Gioventù Missionaria, apostolato del Movimento Regnum Christi, che aveva già organizzato una missione nei luoghi del terremoto nel mese di luglio, insieme al Centro di Pastorale dell’Università Europea di Roma.

Trenta giovani hanno visitato nuovamente i luoghi del terremoto per incontrare le persone della zona, portando conforto, amore e speranza. Sono stati accompagnati da due sacerdoti Legionari di Cristo e da alcune consacrate e collaboratrici del Regnum Christi.

“Avevamo promesso di tornare ad Amatrice, dopo la missione di luglio”, spiega Cecilia Bayón, consacrata del Regnum Christi, “Vogliamo mantenere un legame di amicizia con le persone che abbiamo conosciuto e che stanno vivendo un percorso di rinascita, dopo la tragedia del terremoto. La missione si è svolta in un periodo dell’anno significativo. È stata anche un’occasione per trascorrere insieme la Festa dei Santi e la Commemorazione dei defunti, condividendo momenti di raccoglimento e di preghiera”.

La missione ad Amatrice è una delle attività sociali a cui partecipano gli studenti nel corso dell’anno. L’Università Europea di Roma, infatti, ha tra i suoi obiettivi principali la formazione della persona. Una formazione che consenta non solo l’acquisizione di competenze professionali, ma che orienti i giovani ad una crescita personale e sviluppi uno spirito di servizio per gli altri.

Condividi: