Aggiornamenti Covid-19 – Lezioni ed esami in presenza A.A. 21/22

21 Settembre 2021

Informazioni a cura del Servizio di Prevenzione e Protezione UER


21/09/2021 – Lezioni in presenza – linee guida e misure di sicurezza anti-covid19 A.A. 2021/22

1) E’ fatto divieto di accedere o permanere nei locali universitari ai soggetti con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5°. All’ingresso permane la rilevazione della temperatura corporea.

2) E’ consentito l’ingresso in Ateneo esclusivamente con valida certificazione verde Covid-19 (Green Pass). Il controllo sarà espletato dal personale di vigilanza opportunamente incaricato.

Restano esonerati dall’esibire il Green Pass esclusivamente i soggetti i quali per motivi di salute sono ritenuti esenti dalla campagna vaccinale. In tal caso bisognerà contattare anticipatamente il Referente Covid di Ateneo referentecovid19@unier.it inviando copia di valida documentazione rilasciata dal proprio medico specialista o di medicina generale almeno 5 giorni lavorativi antecedenti il primo ingresso in Ateneo. Gli uffici di sicurezza interni, visionata la validità della documentazione, provvederanno a rilasciare un proprio pass da esibire all’entrata.

3) Al fine di evitare ogni possibilità di assembramento, lo studente dovrà presentarsi all’ingresso dell’Ateneo almeno 15 minuti prima dell’orario previsto per la lezione.

4) La ripresa delle lezioni è prevista esclusivamente in presenza secondo quanto previsto dai regolamenti dei Corsi di Studio.

In base al DL 06/08/2021 n.111, in aula è raccomandato il rispetto di una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, assicurando la più ampia partecipazione in presenza degli studenti alle attività didattiche e curriculari.

Sarà derogata tale raccomandazione esclusivamente nei casi laddove le condizioni strutturali logistiche di aule e degli edifici non dovessero consentirlo.

5) I soggetti fragili potranno essere esonerati dalla frequenza delle lezioni soltanto inviando apposita certificazione medica rilasciata da uno specialista o medico di medicina generale, che ne attesti espressamente la raccomandazione alla non frequenza (es. gli immunodepressi). Il tal caso bisognerà anticipatamente contattare il Referente Covid di Ateneo referentecovid19@unier.it riportando nel corpo della mail i propri dati, il corso di laurea frequentato e allegando copia del certificato. Riceverà riscontro con riguardo alla documentazione prodotta da parte dei nostri uffici competenti per poter essere esonerati dall’obbligo di frequenza.

6) L’ingresso nelle aule didattiche è limitato al docente titolare del corso, agli studenti iscritti al corso ed al personale tecnico amministrativo di supporto (ove previsto).

7) E’ fatto obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie, mascherina facciale chirurgica o FFP2, fatta eccezione per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso dei predetti dispositivi e per lo svolgimento delle attività sportive. Tale obbligo va inteso alle attività in presenza svolte in spazi chiusi anche in presenza di classi con la totalità dei vaccinati.

8) Rimane l’obbligo di prenotazione del posto in aula mediante l’applicazione APP UER Class, come strumento utile a poter garantire il un efficace “Contact tracing”.

9) Se durante la permanenza nei locali di Ateneo si manifesti sintomatologia respiratoria o febbrile, si procederà secondo quanto previsto dalla Regolamentazione e Protocolli Specifici adottati all’interno dell’Università Europea di Roma per il contrasto e il contenimento della diffusione del Virus SARS-CoV-2”.

10) In caso di positività accertata di uno studente, esso dovrà immediatamente contattare il Referente Covid di Ateneo all’indirizzo referentecovid19@unier.it indicando nel corpo della mail i propri dati, il corso di laurea, i contatti telefonici, l’ultimo giorno che ha frequentato gli ambienti universitari e il certificato del tampone che ne attesti la positività, così da consentire l’avvio della procedura di collaborazione con gli organi sanitari preposti ed il contact tracing. Al termine del periodo d’isolamento lo stesso dovrà inviare al Referente Covid Ateneo, il certificato di avvenuta guarigione con possibilità di rientro in comunità.

11) Lo studente posto in quarantena a seguito di contatto stretto con un positivo, è invitato ad informare immediatamente il Referente Covid di Ateneo all’indirizzo referentecovid19@unier.it indicando nel corpo della mail i propri dati, il corso di laurea, i contatti telefonici. Al termine del periodo di quarantena lo stesso dovrà inviare al Referente Covid Ateneo, il certificato con esito di tampone negativo prima del suo rientro in sede.

12) Si raccomanda una frequente igienizzazione delle mani mediante appositi dispenser di gel igienizzanti messi a disposizione in vari punti dell’Ateneo.

13) Si raccomanda di arieggiare spesso i locali lasciando contemporaneamente aperte sia porte che finestre.

14) Sono assolutamente vietati assembramenti in entrata e uscita dalle aule, dai locali della biblioteca, caffetteria, davanti a sportelli, ecc… Si richiede il rispetto del distanziamento di 1 metro.

15) Si raccomanda di seguire attentamente i percorsi anti-covid indicati con segnaletica orizzontale e verticale.

16) E’ vietato l’utilizzo degli ascensori salvo ai diversamente abili.

17) Tutti gli ambienti, strumenti e attrezzature didattiche, saranno opportunamente igienizzati a fine giornata, così quanto previsto dalla normativa vigente.


10/09/2021 – Estensione dell’obbligatorietà del Green Pass – Università

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta di ieri, ha approvato un decreto legge per cui, chiunque accede alle strutture del sistema nazionale universitario deve possedere ed è tenuto ad esibire la certificazione verde COVID-19.
Restano invece confermate le altre misure già previste per il personale universitario e studenti.

Comunicato stampa Consiglio dei Ministri


25/08/2021 – Esibizione certificazione verde Covid-19 a partire dal 1 settembre 2021

Il decreto legge del 6 agosto 2021, n. 111 recante “Misure urgenti per l’esercizio in sicurezza delle attività scolastiche, universitarie, sociali e in materia di trasporti”, stabilisce che nell’anno accademico 2021-2022 le attività didattiche e curriculari delle università siano svolte prioritariamente in presenza e che, a decorrere dal 1 settembre 2021, il personale (docenti, tecnici, amministrativi e altro personale comunque denominato) e gli studenti universitari devono possedere e sono tenuti ad esibire la certificazione verde COVID-19.

La certificazione verde degli studenti è verificata a campione con modalità stabilite dalle università.

Più in dettaglio il decreto legge stabilisce quanto segue:

1) nell’anno accademico 2021-2022, fino al 31 dicembre 2021, le attività didattiche e curriculari delle università sono svolte prioritariamente in presenza;

2) per consentire lo svolgimento delle attività in presenza:

  1. è obbligatorio l’uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie, ad eccezione dei soggetti che abbiano patologie incompatibili con l’uso di tali dispositivi;
  2. è raccomandato il rispetto di una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, salvo che le condizioni strutturali-logistiche degli edifici lo consentano;
  3. è fatto divieto di accedere o permanere nei locali ai soggetti con sintomatologia respiratoria o temperatura corporea superiore a 37,5°

Le università possono derogare dalle disposizioni di cui alla lettera a), qualora alle attività didattiche e curriculari partecipino esclusivamente studenti che abbiano completato il ciclo vaccinale o abbiano un certificato di guarigione in corso di validità.

Tali disposizioni possono essere derogate solamente in zona arancione o rossa, su iniziativa dei Presidenti delle Regioni o dei Sindaci, in circostanze eccezionali e straordinarie dovute all’insorgenza di focolai.

Al fine di tutelare la salute pubblica e mantenere adeguate condizioni di sicurezza nell’erogazione in presenza del servizio essenziale di istruzione, è inoltre stabilito che:

1) Dal 1 settembre 2021 e fino al 31 dicembre 2021 tutto il personale scolastico del sistema nazionale di istruzione e universitario, nonché gli studenti universitari, devono possedere e sono tenuti a esibire la certificazione verde COVID-19.

2) Il mancato rispetto delle disposizioni di cui al comma 1 da parte del personale scolastico e di quello universitario è considerato assenza ingiustificata e a decorrere dal quinto giorno di assenza il rapporto di lavoro è sospeso e non sono dovuti la retribuzione né altro compenso o emolumento, comunque denominato.

3) Le disposizioni di cui al comma 1 non si applicano ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica rilasciata secondo i criteri definiti con circolare del Ministero della salute.

4) I dirigenti scolastici e i responsabili dei servizi educativi dell’infanzia nonché delle scuole paritarie e delle università sono tenuti a verificare il rispetto delle prescrizioni di cui al comma 1. Le verifiche delle certificazioni verdi COVID-19 sono effettuate con le modalità indicate dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri adottato ai sensi dell’articolo 9, comma 10. Con circolare del Ministro dell’istruzione possono essere stabilite ulteriori modalità di verifica. Con riferimento al rispetto delle prescrizioni di cui al comma 1 da parte degli studenti universitari, le verifiche di cui al presente comma sono svolte a campione con le modalità individuate dalle università.

5) La violazione delle disposizioni di cui ai commi 1 e 4 è sanzionata ai sensi dell’articolo 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.

Seguiranno aggiornamenti del “Protocollo di sicurezza anti-covid di Ateneo” redatto dal Comitato Tecnico per la gestione dell’emergenza covid in Ateneo, con indicazioni riguardanti la ripresa delle attività didattiche in presenza.


14/07/2021 – Aggiornamento Allegato 1.1 su Lauree ed Esami in presenza

Aggiornamento dell’allegato 1.1 (versione 1.3 del 12/7/21) come estratto del protocollo di sicurezza anti-covid per lo svolgimento in sicurezza degli esami di laurea e per gli esami di profitto in presenza


24/04/2021 – Regione Lazio in zona gialla – nuove disposizioni

A seguito del Decreto Riaperture approvato dal Consiglio dei Ministri il 21/04/2021 e successiva ordinanza del Ministero della Salute che prevede il passaggio in zona gialla della Regione Lazio, da lunedì 26 aprile 2021, Università Europea di Roma sarà così organizzata:

  • le attività formative e curriculari si continueranno a svolgere in modalità mista, con presenza massima in aula al 50%;
  • gli esami di profitto e di laurea saranno svolti in modalità mista e nel rispetto dei protocolli di sicurezza interni;
  • le attività di laboratorio, di dottorato e tirocinio saranno svolte in presenza e nel rispetto dei protocolli di sicurezza interni;
  • l’erogazione del servizio di biblioteca universitaria avverrà in presenza e nel rispetto dei protocolli di sicurezza interni;
  • le attività tecniche amministrative saranno in presenza al 50% della capienza massima di ogni ufficio;
  • il servizio di caffetteria e ristorazione proseguirà normalmente, con possibilità di utilizzo della sala al 50% della capienza massima.

Potete consultare il Protocollo di sicurezza in Fase 3 – secondo semestre – Rev. 1.4 oltre all’allegato 1.1 relativo allo svolgimento delle lauree ed esami di profitto in presenza.


14/04/2021 – Protocollo di sicurezza Fase 3 – secondo semestre – Rev. 1.4

A seguito della riunione del CRUL dello scorso 26 marzo 2021, sono state definite le linee guida per la gestione delle attività universitaria in “zona arancione” a partire dal 7 aprile, di seguito riportate:

  • le attività formative e curriculari si svolgeranno in presenza rendendo possibile la fruizione anche da remoto, prevedendo un controllo della numerosità degli accessi tramite opportuno strumenti software limitando l’accesso a non più del 30% della popolazione studentesca. Il tutto sempre nel rispetto delle Linee guida del MUR di cui all’ AII. 18 del DPCM del 14/02/2021;
  • le attività laboratoriali, le esercitazioni, i tirocini professionalizzanti e le attività esperienziali potranno svolgersi in presenza nel rispetto delle succitate linee guida;
  • gli esami e le sedute di laurea potranno essere svolte in presenza nel rispetto delle linee guida MUR, garantendo altresì agli studenti che lo richiedano lo svolgimento delle stesse anche in modalità a distanza;
  • le attività formative dei dottorandi potranno essere svolte in presenza; agli stessi sarà consentito lo svolgimento in presenza delle attività di ricerca e di laboratorio.

Il Comitato tecnico per la gestione dell’emergenza covid19 in UER, ha provveduto ad aggiornare il “Protocollo di sicurezza in Fase 3 – secondo semestre – Rev. 1.4” oltre all’allegato 1.1 relativo allo svolgimento delle lauree ed esami di profitto in presenza.


29/03/2021 – Regione Lazio in zona arancione: nuove disposizioni per le Università

Tenuto conto di quanto stabilito nelle linee guida del MUR di cui all’allegato 18, dal DPCM 06/03/21 e la nota CRUL del 26/03/21, il passaggio in “zona arancione“ delle Università del Lazio decorre dal 7 aprile e prevede:

  • l’organizzazione delle attività formative e curriculari in modalità mista, con una riduzione delle presenze in aula al 30%;
  • lo svolgimento degli esami di profitto e di laurea, in modalità mista e nel rispetto dei protocolli di sicurezza interni;
  • l’organizzazione delle attività di laboratori, di dottorato e tirocini, in presenza e nel rispetto dei protocolli di sicurezza interni;
  • l’erogazione del servizio di biblioteca universitaria in presenza e nel rispetto dei protocolli di sicurezza interni;
  • l’organizzazione di tutte le attività tecniche amministrative ad un massimo del 50% in presenza per ogni singolo ufficio.

Si precisa che la sede dell’Università Europea rimarrà accessibile fino al 31/03/21 esclusivamente al personale docente e tecnico-amministrativo per oggettivi motivi lavorativi.

Il servizio caffetteria e ristorazione riprenderà normalmente dal 07/04/21.


12/03/2021 – Regione Lazio in zona rossa: lezioni, esami di profitto e lauree a distanza, organizzazione delle attività nell’università

Tenuto conto di quanto stabilito dal DPCM del 06/03/21, il passaggio a “zona rossa“ prevede per le università:

  • lo svolgimento delle lezioni di tutti i corsi di studio esclusivamente in modalità a distanza, rispettando il calendario del semestre di riferimento;
  • lo svolgimento degli esami di profitto e di laurea esclusivamente in modalità a distanza;
  • l’erogazione del servizio di biblioteca universitaria per gli studenti, in modalità a distanza;
  • l’organizzazione di tutte le attività tecniche amministrative in modalità smart working, salvo i rari casi in cui non sia possibile adottare tale soluzione.

La sede di Università Europea di Roma resterà aperta per l’intero periodo (esclusi i festivi e prefestivi), rimanendo accessibile esclusivamente al personale docente e tecnico-amministrativo per oggettivi motivi lavorativi. Non bisognerà richiedere autorizzazione di accesso alla direzione generale; resta invece l’obbligo di rilevazione della temperatura e la sottoscrizione all’entrata del Modulo di accesso alla sede.

Non saranno garantiti i servizi di caffetteria e ristorazione che riprenderanno normalmente con il passaggio in “zona gialla” o “zona arancione”.


23/02/2021 – Protocollo di sicurezza Fase 3 – Secondo semestre

Il Comitato tecnico per la gestione dell’emergenza covid19 in UER, ha predisposto il Protocollo di sicurezza Fase 3 – Secondo semestre. Il Protocollo contiene le regolamentazioni da adottare all’interno dei luoghi di lavoro e ambienti universitari per garantire la tutela della salute individuale e collettiva in concomitanza alla ripresa del secondo semestre in modalità blended.


05/02/2021 – Raccomandazioni sulla sicurezza della comunità accademica

Su indicazioni del Servizio di Prevenzione e Protezione dell’Università Europea di Roma, si chiede alla comunità accademica di prendere atto delle raccomandazioni e procedure, necessarie a continuare a garantire il mantenimento di un adeguato livello di sicurezza nell’emergenza Covid19.

Nello specifico si raccomanda a:

  • non recarsi in ateneo in presenza di sintomi (febbre, tosse, raffreddore) ovvero in presenza di temperatura corporea superiore a 37,5 °C;
  • recarsi in ateneo esclusivamente muniti di mascherina facciale;
  • igienizzare frequentemente le mani utilizzando i dispenser posizionati all’entrata dell’ateneo, lungo i corridoi, nelle zone comuni, uffici e nelle aule;
  • seguire attentamente la segnaletica informativa verticale e orizzontale anti-assembramento, prestando particolare attenzione ai sensi dei percorsi obbligati lungo i corridoi, scale, uffici e aule;
  • presentarsi puntuali a lezione e solo dopo aver prenotato il posto in aula tramite l’utilizzo dell’applicazione UERClass;
  • occupare in aula, nelle sale studio, biblioteca, caffetteria e spazi comuni, solo i posti specificatamente autorizzati;
  • lasciare arieggiare frequentemente gli ambienti (aule, caffetteria, sale studio, uffici, ecc…) aprendo contemporaneamente porte e finestre per almeno 15 minuti per ogni ora di permanenza e lasciare arieggiare le aule in ogni cambio di lezione;
  • entrare ed uscire in maniera ordinata dalle aule all’inizio ed al termine delle lezioni, seguendo attentamente i percorsi indicati;
  • non sostare a lungo nelle aree comuni, non creare assembramenti e mantenere sempre la distanza di sicurezza di almeno 1 mt;
  • seguire e rispettare le indicazione fornite dal personale interno preposto alla vigilanza del rispetto delle procedure anti-covid;
  • nel corso della permanenza in ateneo sia in locali chiusi che all’aperto, indossare sempre la mascherina e mantenere la distanza di almeno 1 mt.

L’entrata in ateneo è subordinata alla rilevazione della temperatura corporea e alla sottoscrizione di un “Modulo di accesso in Ateneo” che vi sarà consegnato e ritirato all’ingresso dal personale preposto.

Sono rese pubbliche sul sito istituzionale dell’Università alla pagina “Aggiornamenti Covid-19”, tutte le informazioni e aggiornamenti inerenti la gestione interna dell’emergenza oltre ai “Protocolli di sicurezza di Ateneo” costantemente aggiornati in base all’evoluzione pandemica, ai DPCM e alle Ordinanze Regionali, contenenti misure e procedure di contenimento del Covid-19. Ognuno dovrà prenderne atto in tutte le sue parti.

Alla ripresa delle attività, al fine di rendere efficace la procedura di “Contact tracing” in collaborazione con le autorità sanitarie, in caso di positività al covid19 si è esortati a segnalare immediatamente al Referente Covid di Ateneo, il Dott. Liborio De Santis, all’indirizzo mail: referentecovid19@unier.it che a sua volta metterà anche in atto ogni procedura interna utile al contenimento della diffusione del contagio.

Per eventuali informazioni e/o delucidazioni inerenti la “Gestione Emergenza Covi19 in UER” sarà possibile contattare l’indirizzo: sicurezzaeprevenzione@unier.it oppure allo 06 66543895


04/02/2021 – Rinnovo fiducia al Comitato tecnico per emergenza Covid-19

In data odierna il Rettore ha rinnovato la fiducia ai cinque membri costituenti il “Comitato tecnico per la gestione dell’emergenza covid-19 dell’Università Europea di Roma”, nato con decreto rettorale n. 64/20, in ottemperanza al DPCM del 26/04/20, volto all’applicazione e la verifica delle regole dei protocolli di regolamentazione adottati dall’Università, con la funzione, soprattutto in previsione dell’avvio del nuovo semestre accademico, di aggiornare i provvedimenti adottati e di mantenere costante il monitoraggio sulla loro efficacia, al fine di intervenire in modo appropriato con misure che si rendano di volta in volta necessarie.

Il Rettore ringrazia ognuno di loro per l’impegno e la professionalità messa in campo dall’inizio dell’emergenza pandemica.


11/12/2020 – Celebrazioni liturgiche in presenza per il Santo Natale

Il Comitato Tecnico per l’emergenza Covid19 ha predisposto le norme per una graduale ripresa delle celebrazioni liturgiche presso i luoghi di culto e pertanto anche presso la cappella universitaria UER. All’interno del Protocollo di sicurezza – Fase 3 – Allegato 2 sono indicate le misure di sicurezza necessarie per lo svolgimento delle celebrazioni liturgiche nel pieno rispetto della normativa sanitaria e delle misure di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da SARS-CoV-2.


11/11/2020 –  Lezioni per matricole anche in presenza, per gli anni successivi e per gli esami di profitto la didattica è a distanza

In adeguamento al DPCM del 3/11/20, il D.R. 191/20 stabilisce che le lezioni saranno svolte per gli immatricolati anche in presenza e per gli iscritti ad anni successivi con didattica a distanza. Con il D.R. 200/20 sono definite le misure straordinarie per lo svolgimento degli esami di profitto che saranno a distanza con alcune eccezioni.


28/10/2020 – Aggiornamento Protocollo di sicurezza – Fase 3

Il Comitato Tecnico per l’emergenza Covid19 in Università Europea, con la finalità di aggiornare la regolamentazione generale ed i protocolli specifici già previsti col protocollo di sicurezza Fase 2, ha predisposto l’Aggiornamento Protocollo di sicurezza – Fase 3. Il documento elenca le regolamentazioni e protocolli da adottare all’interno dei luoghi di lavoro e ambienti universitari, per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus SARS- CoV-2, con la finalità di assicurare la ripresa delle attività didattiche, di ricerca e formative in presenza, garantendo al contempo la tutela della salute individuale e collettiva.


07/10/2020 – Nomina e contatti del Referente Covid19 UER

Il rettore dell’Università Europea di Roma, in condivisione con il Comitato tecnico per la gestione dell’emergenza covid in UER, nomina come “Referente covid19 universitario” in base al DPCM del 07/09/2020 allegato 22, il Dott. Liborio Desantis.

Contatti e segnalazioni all’email referentecovid19@unier.it


23/09/2020 – Inizio lezioni a.a. 20/21, 28 settembre a distanza, 5 ottobre in modalità mista con prenotazione da app

Come già annunciato, a causa del perdurare delle condizioni di emergenza e considerato il rispetto delle normative per la prevenzione anti-COVID, la ripresa delle attività didattiche dell’Università Europea di Roma sarà in modalità mista (sia in presenza sia a distanza).  Leggi tutte le indicazioni da seguire per la partecipazione alle lezioni in presenza


05/08/2020 – Linee guida per gli Esami di Laurea ed Esami di profitto in presenza

All’interno dell’ Allegato 1.1 del “Protocollo condiviso di sicurezza” sono indicate le linee guida per lo svolgimento degli esami di Laurea ed esami di profitto in massima sicurezza, come quelle riguardanti distanziamento sociale, accesso/uscita candidati e presenza di familiari/ospiti.


03/08/2020 – Avvio lezioni a.a. 2020/21 e accesso degli studenti in Ateneo

UER riprende a pieno regime le attività per l’Anno Accademico 2020-2021 nel totale rispetto delle normative per la prevenzione anti-COVID. Sono state riorganizzate le aule, gli orari e gli spazi dedicati alla didattica, allo studio e alle altre attività, anche attraverso l’ausilio di sistemi automatici di prenotazione dei posti per garantire particolare attenzione alla qualità dei servizi*.

Attività didattiche del primo semestre:

  • matricole – le lezioni saranno svolte in modalità mista (presenza e distanza) con data di inizio il 5 ottobre;
    Sarà garantita l’erogazione della didattica in presenza per circa il 75% del totale delle lezioni, ad eccezione del Corso di Studi di Scienze della Formazione Primaria la cui didattica verrà erogata interamente in modalità a distanza per venire incontro alle esigenze dei numerosissimi studenti lavoratori e residenti fuori sede.
  • iscritti agli anni successivi al primo – le lezioni saranno svolte a distanza a partire dal 28 settembre ed in modalità mista (presenza e distanza) a partire dal 5 ottobre.

La didattica sarà erogata parzialmente in presenza con modalità differenziate nei diversi Corsi di Studio.

Il calendario delle lezioni di ciascun Corso di Studi sarà comunicato entro il 15 settembre, insieme alle modalità di svolgimento degli esami di laurea ed alle procedure da seguire per l’ingresso in ateneo e nelle aule.

La didattica post lauream continuerà a svolgersi a distanza attraverso l’utilizzo della modalità sincrona già sperimentata, salvo specifiche disposizioni normative che richiedano attività in presenza.

*Misure in ottemperanza alle decisioni del Senato Accademico, condivise con la Direzione Generale.


01/07/2020 – Misure straordinarie per lo svolgimento delle sedute di laurea

Il Decreto Rettorale n. 90/20 stabilisce nuove misure straordinarie per le sedute di laurea della sessione estiva in modalità blended, che potranno cioè essere svolte sia in modalità a distanza che in presenza nel rispetto delle disposizioni e dei protocolli conseguenti all’emergenza sanitaria COVID-19.


10/06/2020 – Riapertura della sede dell’Università Europea di Roma

Non ci siamo mai fermati grazie all’impegno eccezionale di Professori e Personale Tecnico-Amministrativo che, in una settimana dal lockdown, ha “portato a distanza” tutte le attività didattiche e amministrative grazie alla tecnologia e osservando tutte le disposizioni ministeriali. Ora è il momento tanto atteso di ritornare gradualmente alla nostra vita accademica “in presenza”, con la riapertura in sicurezza del nostro Campus.

Tutta la comunità accademica sta seguendo il corso per le necessarie procedure di sicurezza da adottare nella quotidianità: gestione degli spazi e delle postazioni di lavoro, gestione sale per l’incontro con nuovi studenti e famiglie, gestione fornitori, biblioteca, Infopoint. Nessun dettaglio è stato tralasciato per permettere presto di fruire nuovamente, con le idonee precauzioni e limitazioni, dei meravigliosi spazi del nostro Campus.

Per gli studenti iscritti, tutte le attività accademiche procedono “a distanza” secondo le modalità attuali; non è al momento consentito l’accesso al Campus, come da disposizioni ministeriali vigenti.

Decreto Rettorale n. 8 – Ripresa delle attività
Protocollo di Sicurezza Covid 19 – Ripresa delle attività


05/05/2020 – Esami orali e scritti dei Corsi di Laurea in modalità telematica

Il Decreto Rettorale n. 58/20, con decorrenza dal 25 maggio 2020 e sino a nuove disposizioni, stabilisce che nei Corsi di Laurea dell’Università Europea di Roma, gli esami di profitto, consistenti in prove sia orali sia scritte, si svolgeranno esclusivamente in modalità telematica.

Gli esami orali si svolgeranno mediante l’utilizzo della piattaforma Microsoft TEAMS; gli esami scritti attraverso l’utilizzo della piattaforma web Exam.net o in alternativa della piattaforma dei materiali didattici UER.

Linee guida Esami MS TEAMS – studenti
Linee guida Esami EXAM – studenti
Linee guida Esami MS TEAMS – docenti
Linee guida Esami EXAM – docenti


04/05/2020 – Sospensione attività didattiche ed accademiche prorogata fino a nuove disposizioni

Con il Decreto Rettorale n. 53/20, la sospensione delle attività didattiche e accademiche in presenza per Corsi di Laurea Triennali, Magistrali e Magistrali a Ciclo Unico, prevista fino al 13 aprile 2020, è prorogata fino a nuove disposizioni per tutti gli studenti, inclusi gli Erasmus. Tali attività continueranno a svolgersi in modalità telematica.


10/04/2020 – Proroga delle misure di contenimento virus e chiusura sede fino al 3 maggio 2020

A seguito della nuova proroga delle misure di contenimento del contagio da COVID-19, decretata dal Presidente del Consiglio dei Ministri tramite il DPCM del 10 aprile 2020, Università Europea di Roma ha parimenti rinnovato le decisioni dello scorso 1 aprile prolungando fino alla data del 3 maggio, salvo reali emergenze di tipo tecnico/infrastrutturale, la chiusura totale della struttura di Via degli Aldobrandeschi 190.

Rimangono pertanto invariate le attuali modalità di erogazione a distanza di lezioni, esami di profitto e sedute di laurea nonché le modalità di supporto a distanza degli altri servizi tecnico-amministrativi.


01/04/2020 – Proroga delle misure di contenimento virus fino al 13 aprile 2020

Con il Dpcm 1 aprile 2020 le misure fin qui adottate per il contenimento del contagio epidemiologico da Covid-19 sono prorogate fino al 13 aprile 2020. Università Europea di Roma, con il Decreto Rettorale n.51/20, sospende le lezioni e le altre attività che prevedono la presenza fino al 13 aprile compreso, sostituite da attività a distanza (lezioni, esami di profitto, sedute di laurea e attività di supporto) in attesa di nuove indicazioni da parte delle autorità competenti.


23/03/2020 – Chiusura della sede dell’Università a partire da giovedì 26 marzo

Le nuove misure stringenti prese dal Presidente del Consiglio dei Ministri col DPCM 22 marzo, nonostante escludano da questo provvedimento i servizi relativi all’istruzione, hanno indotto le autorità dell’Università Europea di Roma, soprattutto ai fini di una maggior tutela della salute del personale docente e tecnico amministrativo del nostro Ateneo, che già da alcune settimane è ormai in grado di lavorare in remoto senza la necessità di venire in ufficio, a deliberare la chiusura totale della struttura di Via degli Aldobrandeschi 190, rendendola inaccessibile per qualsiasi motivo, salvo reali emergenze di tipo tecnico/infrastrutturale, a partire dal prossimo giovedì 26 marzo e fino a sabato 4 aprile.


13/03/2020 – Decreto Rettorale n.34/20 sull’organizzazione delle attività accademiche allo scopo di contrastare il diffondersi del Covid-19

Le lezioni saranno svolte a distanza per i Corsi di Laurea a partire da lunedì 16 marzo 2020, insieme alle sessioni di laurea e agli esami di profitto. Indicazioni anche su ricevimento studenti, master e corsi di perfezionamento, dottorati di ricerca, tirocini, concorsi e altre attività accademiche. Le misure riguarderanno anche gli studenti internazionali, in Erasmus o in convenzione da altri Atenei stranieri; le elezioni dei Rappresentanti degli studenti fissate per il 23 e il 24 aprile sono posticipate al 14 e 15 maggio.

Leggi il Decreto Rettorale n.34/20



09/03/2020 – Messaggio del Rettore dell’Università Europea di Roma

A tutta la comunità universitaria.

Cari docenti, studenti, personale tecnico-amministrativo, vorrei esprimere la mia vicinanza particolare, il mio affetto e la mia preghiera per tutti voi e le vostre famiglie, in questa emergenza sanitaria che ha colpito il nostro Paese e il mondo intero nelle ultime settimane.

Come ben sappiamo, la vita è fondamento di ogni altro bene, ma allo stesso tempo è preziosa e fragile. Quando la vediamo minacciata, ci invade la paura di perderla e il nostro cuore diventa inquieto. Siamo chiamati ad affrontare questa grave situazione attuale, che riguarda grandi gruppi e intere popolazioni, con coraggio, serenità e serietà, cercando il nostro bene e il bene di tutti. È un momento particolare per poter vivere meglio valori come la solidarietà, la comunione, la vicinanza alle persone fragili, la fortezza, la condivisione e l’aiuto reciproco.

In queste circostanze, come non sentirci vicini a tutti coloro che stanno subendo l’impatto dell’epidemia negli svariati ambiti del mondo del lavoro, delle comunicazioni, dell’istruzione, dell’economia, del commercio e a tante famiglie e persone che vedono minacciati i loro cari.

Vorrei ringraziare in modo particolare, per la loro collaborazione, i docenti e il personale tecnico-amministrativo che, in questi giorni, si stanno dando da fare per gestire questa situazione complicata; così come ringrazio per la comprensione gli studenti e le loro famiglie.

Come università stiamo mettendo in atto, con puntuale precisione, le diverse disposizioni del governo nazionale e regionale, che vogliono tutelare la sicurezza e il bene di tutti, e seguiamo con grande attenzione l’evolversi della situazione.

Voglio anche informarvi che, alla luce della proroga di sospensione delle attività didattiche fino al 3 aprile appena varata dal Governo, ci stiamo attrezzando per poter facilitare la didattica in modo telematico nel più breve tempo possibile. Saranno date in breve delle indicazioni precise che aiuteranno ad attivare questa modalità in modo efficace, in sostituzione delle lezioni frontali e in attesa del ritorno alla normalità.

Vi assicuro di nuovo la mia vicinanza, affetto e preghiera.

Il Rettore, Padre Pedro Barrajón LC


09/03/2020 – Sospensione lezioni in aula fino al 3 aprile su Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri

In base al DPCM del 9/3/2020, relativo alle misure urgenti di contenimento del contagio da COVID-19 sull’intero territorio nazionale, a scopo precauzionale e di prevenzione sanitaria, la sospensione delle lezioni in aula è protratta fino al 3 aprile e sono già state attivate a livello aziendale modalità alternative di lavoro utili a ridurre la presenza in ufficio e nei locali universitari.

Nota del 08/03/2020 – Ordinanza del Presidente della Regione Lazio su persone rientranti nella Regione Lazio da zone indicate nel DPCM 8 marzo 2020

Nota n. 3704 del 08/03/2020 della Presidenza della Regione Lazio, relativamente alle misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19.


Nota del 04/03/2020 – Sospensione lezioni in aula su Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri

Sulla base del decreto, l’Università Europea di Roma prevede la sospensione dal 5 marzo al 15 marzo di tutte le lezioni in aula per tutti i Corsi di Studio, Dottorati e Post lauream.

Relativamente alle lezioni, la soluzione individuata come prioritaria è quella di recuperare l’ attività di didattica in presenza, purché i tempi della sospensione non si protraggano ulteriormente e per questa ragione verrà comunicato quanto prima il calendario aggiornato delle lezioni e delle altre attività formative.

Pur essendo dotati delle tecnologie e degli strumenti più avanzati per l’innovazione dell’attività didattica anche a distanza, riteniamo che la didattica in presenza rimanga un elemento imprescindibile dell’azione educativa, perché mette al centro la persona, lo studente e la relazione diretta con il docente così da vivere, anche in questa particolare circostanza, l’Università come esperienza.

Qualora si rendesse necessario intervenire sulle modalità di discussione delle tesi di laurea e di svolgimento degli esami, le opportune informazioni verranno tempestivamente diffuse, fermo restando il nostro impegno per ridurre, per quanto possibile, difficoltà e ritardi.

Precisiamo che, durante questo periodo, l’accesso agli edifici non sarà consentito e l’attività degli uffici che fanno ricevimento al pubblico sarà sospesa pur potendo gli uffici rispondere via mail e via telefono.

Le attività di ricevimento studenti sono sospese e possono svolgersi con l’attivazione di forme di colloquio a distanza (mail, skype, etc).

L’accesso alla biblioteca è sospeso così come l’utilizzo delle aule studio e delle sale di lettura.

Tutti gli eventi che richiedano la partecipazione di pubblico già in calendario sono annullati o rimandati a data da destinarsi e non sono consentiti festeggiamenti di alcun tipo negli spazi dell’Ateneo e negli spazi interni e/o esterni limitrofi.

Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 04/03/2020


Nota – Decalogo informativo del Ministero della salute

Su richiesta dal CRUI, la Conferenza dei Rettori delle Università italiane, il Servizio di Prevenzione e Protezione UER, mette a disposizione il decalogo informativo emanato dal Ministero della Salute relativamente alle 10 norme di comportamento da seguire a scopo precauzionale sul Coronavirus (COVID-19).
Coronavirus – Dieci comportamenti da seguire – Poster
Coronavirus – Dieci comportamenti da seguire – Opuscolo


Nota del 26/02/2020 – Regioni sottoposte a sospensione dell’attività formativa delle università

A seguito della riunione del Governo e della Protezione civile tenutasi il 25 febbraio 2020, alla quale
hanno partecipato in collegamento anche i Presidenti delle Regioni, relativa al contenimento e alla
gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, occorre segnalare quanto indicato nella
nota del Ministero dell’Università e della Ricerca su gestione emergenza epidiemologica da COVID-19 del 26/02/2020


Nota del 24/02/2020 – dal Servizio di Prevenzione e Protezione dell’UER

In questi giorni l’Università Europea di Roma continua a prestare la massima attenzione ai recenti avvenimenti riguardanti la diffusione dell’epidemia del “coronavirus” (2019-nCov) anche sul territorio nazionale, monitorando quotidianamente la pubblicazione delle indicazioni del Ministero della Salute e del MIUR.

Intendiamo prima di tutto rassicurarVi che l’Ateneo sta adottando scrupolosamente tutte le norme igieniche indicate dal Ministero della Salute mediante la messa in atto di procedure di prevenzione e protezione, unite ad un continuo monitoraggio di tutte le attività accademiche ed amministrative.

In merito alle notizie diramate dalla conferenza stampa a conclusione della seduta straordinaria del Consiglio dei Ministri, tenutasi il 22 febbraio, con cui si è comunicato che si sono identificate zone di focolaio di trasmissione del contagio da Coronavirus anche sul territorio nazionale, in particolare in alcuni Comuni della Lombardia (Castiglione d’Adda, Codogno, Casalpusterlengo, Maleo, Fobio, Somaglia, Bertoncino, Castelgerundo, Terranova dei Passerini, San Fiorano) e del Veneto (Vo Euganeo), l’Ateneo, accogliendo l’appello condiviso dal Presidente del Consiglio, chiede a tutti i componenti della comunità accademica di continuare ad usare massima attenzione alle misure preventive ed alle raccomandazioni di buone pratiche che possano prevenire la diffusione dell’epidemia.

Ad oggi Vi confermiamo che non sono stati identificati casi connessi al “coronavirus” all’interno della nostra comunità universitaria.

Raccomandiamo, tuttavia, di rimanere informati tramite media su eventuali estensioni delle aree soggette a restrizioni o ad ordinanze delle pubbliche Autorità competenti ed applicare scrupolosamente le misure precauzionali emanate del Ministero della Salute, chiedendo a tutti coloro (studenti, loro famiglie, docenti e personale tecnico-amministrativo) che sono recentemente tornati da un viaggio dalle aree individuate quali focolaio – in territorio cinese, europeo ovvero nazionale – ovvero che si trovano attualmente nella aree a rischio e stanno pianificando il loro ritorno a Roma, di prestare speciale attenzione alle loro condizioni di salute adottando ogni misura preventiva raccomandata dalle Autorità sanitarie.

Si INVITANO tutti coloro che, per qualsivoglia ragione, si trovino nelle condizioni sopra indicate, di astenersi dal recarsi presso i locali universitari per un tempo sufficiente, secondo le indicazioni dell’OMS e delle autorità sanitarie locali, per l’osservazione dell’insorgenza di eventuali sintomi.

Si RACCOMANDA di sospendere tutti gli spostamenti non urgenti e differibili nelle aree interessate e di provvedere ai dovuti contatti con le Autorità competenti in caso di improcrastinabile necessità di recarsi a breve nelle zone individuate quali aree interessate dai focolai, per ricevere informazioni sulle misure precauzionali.

Si RACCOMANDA INOLTRE di interrompere immediatamente la frequentazione dei locali universitari da parte di chiunque ritenga di essere venuto a contatto con soggetti a rischio, telefonando al numero (+39) 1500 messo a disposizione dal Servizio Sanitario Nazionale ed informando immediatamente il Servizio di Prevenzione e Protezione dell’Università mediante l’indirizzo sicurezzaeprevenzione@unier.it.

Confidiamo nella Vostra piena collaborazione nel cercare di arginare comportamenti che possano indurre ad allarmismo ingiustificato, garantendo da parte nostra la massima attenzione per la tutela di tutti coloro che frequentano il nostro Ateneo.

L’Università Europea di Roma continua a monitorare costantemente la situazione insieme alle autorità competenti e fornirà alla comunità universitaria eventuali aggiornamenti.

Su richiesta dal CRUI, la Conferenza dei Rettori delle Università italiane, il Servizio di Prevenzione e Protezione UER, mette a disposizione le note informative del Ministero della Salute sul tema sul Coronavirus (COVID-19).


Nota del 01/02/2020

Nota del Ministero dell’Università e della Ricerca del 01/02/2020 su gestione di studenti e docenti in partenza o di ritorno verso aree affette della Cina.

 

 

Condividi:

Comunicazioni

Il nuovo UER MAGAZINE è arrivato!

21 Settembre 2021

In distribuzione in InfoPoint, caffetteria e online

Comunicazioni

Aggiornamenti Covid-19 – Lezioni ed esami in presenza A.A. 21/22

21 Settembre 2021

Comunicazioni informative UER sull'emergenza sanitaria per COVID-19

Eventi

Premio Letterario “Andrea Pappalardo”

20 Settembre 2021

II Edizione - Conferimento del Premio 2021

Media

UER sul Corriere della Sera

20 Settembre 2021

Giornata della Matricola del 22 e 23 settembre 2021