Turismo e beni culturali Formazione Continua online
Inizio: 3 Dicembre 2021 Durata: 8 ore CFU/CFI: 1

Il laboratorio intende mettere i partecipanti in condizione di approfondire le tematiche trattate mediante un reale confronto di esperienze con i docenti, professori ed esperti del settore, che li affiancheranno. Attraverso la riflessione concreta e costruttiva sui casi di studio, scelti per favorire la discussione e lo sviluppo congiunto di idee, troveranno risposta le domande poste in partenza e sarà possibile individuare percorsi di innovazione possibili e replicabili nel contesto professionale in cui opera ciascun partecipante.

Particolare attenzione sarà dedicata all’analisi delle sinergie tra contesto socio-economico e patrimonio culturale attraverso lo sviluppo di azioni volte a definire una strategia locale per lo sviluppo di un sistema turistico integrato. Saranno anche tratte delle considerazioni rispetto alla necessità di garantire servizi di qualità per essere competitivi nel mercato nazionale ed internazionale.

In questo laboratorio vengono presentate idee ed esperienze di valorizzazione culturale di città e territori, realizzate con l’attiva partecipazione di imprese e partner economici e sociali, nell’ambito di progetti coordinati per migliorare le infrastrutture e i servizi, l’accessibilità dei luoghi, l’integrazione produttiva attraverso la cooperazione virtuosa tra gli attori coinvolti.

A chi si rivolge

L’iniziativa si rivolge a manager e professionisti pubblici e privati che operano nel settore dei Beni Culturali.

Date svolgimento

Il laboratorio sarà tenuto su piattaforma online

  • Venerdì 3 Dicembre 2021 – dalle ore 14:30 alle 18:30
  • Sabato 4 Dicembre 2021 – dalle ore 09:30 alle 13:30

Numero partecipanti

Minimo 5 – massimo 15

Docenti

Margherita Pedrana
Vice Coordinatrice del Corso di Laurea in Turismo e Valorizzazione del Territorio all’Università degli Studi Europea. Ricercatrice in Economia applicata presso la stessa Università dal 2008. Dottorato in Economia della Comunicazione presso l’Università IULM di Milano e MSc in Local Economic Development presso la London School of Economics and Political Sciences. Membro del team accademico della UER Academy, il Centro di formazione continua e alta formazione dell’ Università degli Studi Europea. I principali temi di ricerca su cui si
concentra riguardano l’economia del turismo e l’economia regionale, con particolare riferimento al capitale sociale, al ruolo del turismo nell’economia regionale e alle imprese turistiche.

Pietro Di Alessandri
Responsabile dell’Area Turismo della Cooperativa Sociale Diaconia. Dal Novembre 2017 è il responsabile del Monastero di Sant’Erasmo a Veroli (FR), albergo diffuso e luogo per eventi nato dalla riconversione di una antica struttura monastica. Si occupa dal 2005 di marketing e promozione territoriale, organizzazione di eventi, creazione e coordinamento di progetti in ambito turistico e formativo per scuole ed enti pubblici. Nel 2011 presenta presso il WTM di Londra ed il FITUR di Madrid “Fronteras turisticas”: un’iniziativa di cooperazione internazionale nata per migliorare la competitività territoriale del turismo nelle zone di frontiera tra Bolivia – Argentina – Perù, attraverso un percorso di turismo etnico-eco responsabile con forte identità culturale. Nel 2012 organizza il progetto Zefiro “Promotore turistico giovanile locale”, un progetto di formazione in ambito turistico e di promozione culminato con la prima “Borsa del turismo giovanile”. Nel 2016 crea Anagni Excelsa, progetto di promozione territoriale integrata che punta a sottolineare la gloriosa e secolare storia della Città di Anagni, creando un brand della destinazione in grado di favorire il turismo empatico legato al racconto della storia. Nel 2018 crea l’app “Terra Ernica”, applicazione per dispositivi mobili che permette la scoperta delle città di Alatri, Anagni, Ferentino, Fumone e Veroli: attraverso delle mappe l’utente può scoprire, salvare, condividere e navigare itinerari all’interno di ognuna delle cinque città e modellare il proprio itinerari


Francesco Aliperti
Di formazione archeologo e di professione imprenditore è fondatore e socio amministratore di Archeoares dal 2004, socio fondatore di Bast dal 2014 e di Artisplendore Italia nel 2019. Le società operano tutte nel settore turistico ed in particolare in quello culturale con vocazioni differenti per tipologia di attività o dimensione dei clienti potenziali. Archeoares si occupa dal 2005 di gestione museale, eventi e promozione con ampliamento nel 2010 al settore editoriale con il marchio “Edizioni Archeoares”. Collabora con numerosi istituti culturali soprattutto nella Tuscia viterbese e nel Lazio in generale. Tra questi sono il Polo monumentale del Colle del Duomo di Viterbo (Palazzo dei Papi), Civita di Bagnoregio, il Palazzo di Bonifacio VIII di Anagni e l’Istituto Villa D’Este e Villa Adriana (VILLAE). Fuori dalla regione Lazio offre i propri servizi al Tesoro di San Jacopo di Pistoia (Cattedrale di Pistoia) e nei prossimi mesi inaugureremo il Castello di Milazzo. La società Bast è invece specializzata nella gestione dei bookshop museali. Infine nel 2019 è nata Artisplendore Italia, sviluppo di una storica collaborazione con una società spagnola, per ampliare la gamma dei servizi tecnologici e culturali ed allargare il mercato di riferimento.

Al termine del corso otterrai


  • 1 CFU

  • Attestato
  • Costo

    Euro 400 (IVA inclusa)

    • -40% iscritti fino a 30 anni
    • -40% iscritti ad almeno 5 laboratori (valida anche per imprese ed enti per iscrizioni di più dipendenti)
    • -20% iscritti ad almeno 2 laboratori (valida anche per imprese ed enti per iscrizioni di più dipendenti)

     

    Sportello FundServices@

    Le aziende che ricorrono a questo servizio possono godere di una copertura dei costi del corso. Scopri di più

    Iscriviti al corso

    Iscrizioni aperte fino al 30/11/2021. Per iscriversi seguire le istruzioni

    Materiali didattici

    Il laboratorio sarà tenuto su piattaforma online

    Il materiale didattico del corso sarà disponibile sulla piattaforma didattica Corsi UER

    Richiedi informazioni su questo corso

    Utilizzeremo il tuo numero di telefono esclusivamente per organizzare la tua partecipazione al corso e per fornirti le informazioni necessarie per non perdere i benefici da te conseguiti

    Ho letto e compreso l'informativa*

    *informazione richiesta

    Programma

    Giorno 1 (4 ore)

    • Quale vantaggio competitivo è realizzabile attraverso la valorizzazione integrata delle aree di attrazione culturale e dei prodotti di eccellenza di un determinato territorio, promuovendo una interazione sinergica con obiettivi condivisi tra enti e imprese coinvolti. Caso di studio e discussione: Progetti e innovazione – La realtà delle Gallerie degli Uffizi (2 ore – Docente Margherita Pedrana)
    • Come sfruttare le possibilità offerte da innovazione, digitalizzazione e creatività per “fare sistema” con i settori produttivi locali ed accrescere competitività e attrazione dell’offerta culturale nel contesto di un mercato del turismo in profonda trasformazione. Caso di studio e discussione: il progetto di recupero del Monastero di Sant’Erasmo di Veroli (2 ore – Docente Pietro Di Alessandri)


    Giorno 2 (4 ore)

    • Percorsi di valorizzazione delle “città di provincia” italiane ciascuna con la propria identità frutto dell’integrazione tra arte, storia, tradizioni e caratteristiche del tessuto produttivo. Importanza della collaborazione tra gli stakeholders abbattendo le resistenze culturali. Rilevanza e incidenza della qualità dei servizi offerti nelle strutture (focus su quelle culturali). Caso di studio e discussione: Progetti e innovazione – Il polo monumentale Colle del Duomo e le collaborazioni con altri monumenti della provincia di Viterbo, con la rete commercio del centro storico e con le realtà organizzate dell’accoglienza turistica. (2 ore – Docente Francesco Aliperti)
    • Sviluppo di itinerari interregionali e nuove offerte collegate a cicloturismo, turismo all’aria aperta, itinerari enogastronomici, cammini storici e pellegrinaggi, percorsi culturali, musicali e letterari, possibilità di fruizione del patrimonio edilizio storico e tradizionale. Caso di studio e discussione: Il re-incantamento del mondo attraverso la bellezza – i progetti di Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli (2 ore – Docente Margherita Pedrana)


    Test di verifica delle competenze acquisite