Elenco cicli

Dottorato in Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia – XXXIV Ciclo

Obiettivi formativi

Il corso ha come oggetto di studio il benessere della persona sia a livello individuale che collettivo e sociale, valutandone le implicazioni sotto il profilo etico, giuridico e psicologico. Il percorso mira ad incentivare un approccio di ricerca interdisciplinare. Ambiti dell’indagine scientifica promossa e sviluppata dal corso di dottorato sono: la centralità della persona nell’analisi antropologica ed etica delle relazioni interpersonali e sociali; la centralità della persona nella tutela apprestata dall’ordinamento giuridico per la liberazione dal bisogno quale veicolo della tutela della dignità personale e quale strumento di inclusione sociale; lo studio del benessere psicologico e sociale sotto il profilo della psicologia clinica, del lavoro e delle organizzazioni.

Nell’analisi dell’evoluzione dei diritti della persona, che assicurino mezzi adeguati di vita, verrà prestata particolare attenzione ai diritti di quarta generazione alla quale appartengono i diritti legati ai bisogni emergenti nella società postmoderna, come conseguenza dello sviluppo di nuove tecnologie (quali il diritto al benessere, alla salute ovvero allo sport, al lavoro, alla comunicazione). Un focus specifico d’indagine è dedicato ai Paesi dell’aerea mediterranea. Lo studio delle caratteristiche, degli antecedenti e delle conseguenze del benessere psicologico e soggettivo consentiranno di individuare le strategie più valide per la promozione della salute delle persone nei diversi contesti di vita.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Il Dottorato si propone di formare dottori di ricerca altamente qualificati, specializzati nell’analisi giuridica e psicologica del benessere della persona nella società contemporanea, capaci di esercitare la propria professionalità in chiave critica e interdisciplinare, ricorrendo alle diverse e complementari conoscenze acquisite durante il corso.

Gli sbocchi professionali sono orientati sia verso il mondo accademico, i centri di ricerca pubblici e privati, nazionali e internazionali, avendo il dottorando acquisito le conoscenze e le competenze necessarie per svolgere attività di ricerca di qualità idonea a trovare esternalizzazione in pubblicazioni in riviste di elevato profilo, sia verso il settore privato e la pubblica amministrazione, in cui sono sempre più richieste figure professionali in grado di coniugare attività di ricerca e individuazione di valide soluzioni operative.

Caratteristiche del Dottorato

Coordinatore: Prof.ssa Valeria Falce

Durata: Tre anni

Numero di posti (11 totali):

  • Idoneità con borsa di studio: n.8
  • Idoneità senza borsa di studio n.3

Settori scientifici cui si riferisce la tematica del corso: IUS/01 Diritto privato; IUS/02 Diritto privato comparato; IUS/05 Diritto dell’economia, dei mercati finanziari e agroalimentari e della navigazione; IUS/07 Diritto del lavoro; IUS/08 Diritto costituzionale; IUS/13 Diritto internazionale; IUS/15 Diritto processuale civile; IUS/17 Diritto penale; IUS/18 Diritto romano e diritti dell’antichità; M-FIL/03 Filosofia Morale; M-PSI/03 Psicologia generale, psicobiologia e psicometria; M-PSI/06 Psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni; M-PSI/08 Psicologia clinica e dinamica; M-STO/01 Storia medievale; M-STO/07 Scienze del libro e del documento e scienze storico religiose; SECS-P/02 Politica economica.

Bandi e Avvisi

Avviso del 05/02/2019
Con D.R.14/19 del 31/01/2019 è stato approvato lo scorrimento della graduatoria del concorso di ammissione al corso di Dottorato di Ricerca in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia” – XXXIV ciclo.
Avviso del 15/10/2018
Con D.R. 132/18 del 15/10/2018 è stata approvata la regolarità degli atti relativi al concorso per l’ammissione al corso di Dottorato di Ricerca in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia” – XXXIV ciclo.
Avviso del 12/09/2018
Con D.R. 99/18  del 11.09.2018 è stata nominata la Commissione Giudicatrice per l’ammissione al corso di Dottorato di ricerca in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia” – XXXIV Ciclo. Le prove d’esame si svolgeranno presso la sede dell’Università Europea di Roma, in Via degli Aldobrandeschi n. 190, secondo il seguente calendario:
Prova scritta: mercoledì 26/09/2018 ore 9:00 – 14:00 – Aula BT04
Prova orale: sabato 29/09/2018 dalle ore 9:00 – Aula Master
Nota: Durante la prova, i candidati potranno consultare solamente i codici non commentati né con la dottrina né con la giurisprudenza.
Avviso del 17/07/2018
Con D.R. 70/18 del 17/07/2018 è stato emanato il bando di concorso per l’ammissione al corso di Dottorato innovativo a caratterizzazione interdisciplinare in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia” – XXXIV ciclo con sede presso l’Università Europea di Roma.
Pubblicato all’albo di Ateneo il 17/07/2018
Scadenza per la presentazione delle domande: 31/08/2018
Le prove si terranno presso la sede dell’Università Europea di Roma in Via degli Aldobrandeschi 190 – 00164 Roma. L’indicazione delle date e degli orari della prova scritta e della prova orale verrà resa pubblica con almeno 15 giorni di anticipo mediante affissione all’Albo di Ateneo e la pubblicazione sul sito web dell’Università.


Dottorato in Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia – XXXIII Ciclo

Obiettivi formativi

Il corso ha come oggetto di studio il benessere della persona sia a livello individuale che collettivo e sociale, valutandone le implicazioni sotto il profilo etico, giuridico e psicologico. Il percorso mira ad incentivare un approccio di ricerca interdisciplinare. Ambiti dell’indagine scientifica promossa e sviluppata dal corso di dottorato sono: la centralità della persona nell’analisi antropologica ed etica delle relazioni interpersonali e sociali; la centralità della persona nella tutela apprestata dall’ordinamento giuridico per la liberazione dal bisogno quale veicolo della tutela della dignità personale e quale strumento di inclusione sociale; lo studio del benessere psicologico e sociale sotto il profilo della psicologia clinica, del lavoro e delle organizzazioni.

Nell’analisi dell’evoluzione dei diritti della persona, che assicurino mezzi adeguati di vita, verrà prestata particolare attenzione ai diritti di quarta generazione alla quale appartengono i diritti legati ai bisogni emergenti nella società postmoderna, come conseguenza dello sviluppo di nuove tecnologie (quali il diritto al benessere, alla salute ovvero allo sport, al lavoro, alla comunicazione). Lo studio delle caratteristiche, degli antecedenti e delle conseguenze del benessere psicologico e soggettivo consentiranno di individuare le strategie più valide per la promozione della salute delle persone nei diversi contesti di vita.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Il Dottorato si propone di formare dottori di ricerca altamente qualificati, specializzati nell’analisi giuridica e psicologica del benessere della persona nella società contemporanea, capaci di esercitare la propria professionalità in chiave critica e interdisciplinare, ricorrendo alle diverse e complementari conoscenze acquisite durante il corso.

Gli sbocchi professionali sono orientati sia verso il mondo accademico, i centri di ricerca pubblici e privati, nazionali e internazionali, avendo il dottorando acquisito le conoscenze e le competenze necessarie per svolgere attività di ricerca di qualità idonea a trovare esternalizzazione in pubblicazioni in riviste di elevato profilo, sia verso il settore privato e la pubblica amministrazione, in cui sono sempre più richieste figure professionali in grado di coniugare attività di ricerca e individuazione di valide soluzioni operative.

Caratteristiche del Dottorato

Coordinatore: Prof.ssa Valeria Falce

Durata: Tre anni

Numero di posti (8 totali):

  • Idoneità con borsa di studio: n.4
  • Idoneità con borsa di studio, riservate a candidati che hanno ottenuto idoneo titolo di studio all’estero: n.2
  • Idoneità senza borsa di studio n.2

Settori scientifici cui si riferisce la tematica del corso: IUS/01 Diritto privato; IUS/02 Diritto privato comparato; IUS/05 Diritto dell’economia, dei mercati finanziari e agroalimentari e della navigazione; IUS/07 Diritto del lavoro; IUS/08 Diritto costituzionale; IUS/13 Diritto internazionale; IUS/15 Diritto processuale civile; IUS/17 Diritto penale; IUS/18 Diritto romano e diritti dell’antichità; M-FIL/03 Filosofia Morale; M-PSI/03 Psicologia generale, psicobiologia e psicometria; M-PSI/06 Psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni; M-PSI/08 Psicologia clinica e dinamica.

Bandi e Avvisi

Avviso del 3/10/2017
Con D.R. 130/17 del 03/10/2017 è stata approvata la regolarità degli atti relativi al concorso per l’ammissione al corso di Dottorato di Ricerca in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia” – XXXIII ciclo.
Avviso del 25/09/2017
Con D.R. 127/17 del 25.09.2017 è stata nominata la Commissione Giudicatrice per l’ammissione al corso di Dottorato di ricerca in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia” – XXXIII Ciclo.
Avviso del 14/09/2017
Si avvisano i candidati partecipanti al concorso di ammissione al corso di Dottorato di ricerca in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia ” – XXXIII ciclo che le prove d’esame si
svolgeranno presso la sede dell’Università Europea di Roma, in Via degli Aldobrandeschi n. 190, secondo il seguente calendario:

  • Prova scritta: 28/09/2017 ore 16:00 – 19:30 – Aula BT04
  • Prova orale: 29/09/2017 ore 16:00 – Aula Master

Nota: Durante la prova, i candidati potranno consultare solamente i codici non commentati né con la dottrina né con la giurisprudenza.
Avviso del 12/09/2017
Con D.R. 121/17 del 12/09/17 sono stati prorogati i termini per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso per l’ammissione al Corso di dottorato di ricerca innovativo a
caratterizzazione interdisciplinare in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia” – XXXIII ciclo.
Avviso del 28/07/2017
Con D.R. 110/17 del 26/07/2017 è stato emanato il bando di concorso per l’ammissione al corso di Dottorato innovativo a caratterizzazione interdisciplinare in “Persona e benessere fra diritto, etica e psicologia” – XXXIII ciclo con sede presso l’Università Europea di Roma.
Pubblicato all’albo di Ateneo il 28/07/2017
Scadenza per la presentazione delle domande: 28/08/2017
Le prove si terranno presso la sede dell’Università Europea di Roma in Via degli Aldobrandeschi 190 – 00164 Roma.
L’indicazione delle date e degli orari della prova scritta e della prova orale verrà resa pubblica con almeno 15 giorni di anticipo mediante affissione all’Albo di Ateneo e la pubblicazione sul sito web dell’Università.


Dottorato in Diritto dei servizi nell’ordinamento italiano ed europeo – XXXII Ciclo

Obiettivi formativi

Il dottorato che si propone è caratterizzato da una marcata interdisciplinarità e trova la sua giustificazione scientifica nella convergenza di tre fenomeni: a) l’ormai prevalente sviluppo economico della prestazione di servizi rispetto alla prestazione di cose e la conseguente terziarizzazione dell’economia; b) la privatizzazione dei servizi pubblici e l’affidamento all’imprenditore privato e, quindi, al regolamento contrattuale di tutti i più importanti servizi duraturi, necessari per la qualità della vita della persona umana; c) la tendenza alla automazione dei servizi, attraverso le nuove tecnologie specialmente dell’informatica e della telematica (new and soft services contracts).

Il terziario, in continua evoluzione, è tra i settori dell’economia, che comprende quelle attività che non producono beni, ma servizi e cioè il complesso delle attività economiche dirette alla commercializzazione dei prodotti, alla gestione delle imprese o alla produzione di utilità in grado di soddisfare bisogni economici. E ciò avviene perché i profondi mutamenti in atto della società moderna trovano corrispondenza nell’affermarsi di modi di produzione e di prestazioni dei servizi sempre meno caratterizzati da attività di trasformazione tradizionale e meramente manuali.

Sbocchi occupazionali e professionali previsti

Il Dottorato si propone di formare dottori di ricerca altamente qualificati nell’analisi e nella concreta applicazione professionale degli strumenti giuridici di regolazione dei servizi nei settori economici tradizionali e in quelli emergenti. Ne deriva che gli sbocchi professionali sono orientati sia verso il mondo accademico e i centri di ricerca pubblici e privati, nazionali e internazionali, avendo il dottorando acquisito le conoscenze e le competenze necessarie per svolgere attività di ricerca di qualità idonee a trovare esternalizzazione in pubblicazioni in riviste di elevato profilo, sia verso le imprese private e l’attività professionale, nelle quali il dottorando potrà apportare competenze giuridiche specifiche e innovative. Rilevante è anche lo sbocco verso le autorità indipendenti, nazionali ed europee, nelle quali sono sempre più richieste figure professionali in grado di coniugare attività di ricerca e individuazione di soluzioni operative, e verso la pubblica amministrazione, anche in ragione del processo di e-government che la caratterizza.

Caratteristiche del Dottorato

Coordinatore: Prof.ssa Valeria Falce

Durata: Tre anni

Numero di posti (8 totali):

  • Idoneità con borsa di studio: n.6
  • Idoneità senza borsa di studio n.2

Settori scientifici cui si riferisce la tematica del corso: IUS/01 Diritto privato; IUS/02 Diritto privato comparato; IUS/04 Diritto commerciale; IUS/05 Diritto dell’economia, dei mercati finanziari e agroalimentari e della navigazione; IUS/07 Diritto del lavoro; IUS/08 Diritto costituzionale; IUS/09 Diritto costituzionale; IUS/12 Diritto tributario; IUS/14 Diritto dell’Unione Europea; IUS/15 Diritto processuale civile; IUS/17 Diritto penale; IUS/18 Diritto romano e diritti dell’antichità.

Bandi e Avvisi

Avviso del 17/06/2020
La Commissione giudicatrice per il conferimento del titolo di Dottore di Ricerca in “Il diritto dei servizi nell’ordinamento italiano ed europeo ” XXXII ciclo – nominata con DR 82/20 del 08/06/2020 – si riunirà in data 23 luglio 2020 alle ore 10.30. La discussione delle tesi avverrà in modalità telematica sulla piattaforma TEAMS di Ateneo.
Avviso del 12/06/2020
Con DR 82/20 del 08/06/2020 è stata nominata la Commissione giudicatrice per il conferimento del titolo di Dottore di Ricerca in “Il diritto dei servizi nell’ordinamento italiano ed europeo ” XXXII ciclo presso l’Università Europea di Roma.
Avviso dell’11/10/2016
Con DR 145/16 del 07/10/2016 è stata approvata la regolarità degli atti relativi al concorso per l’ammissione al corso di Dottorato di Ricerca in “Il diritto dei servizi nell’ordinamento italiano ed europeo” – XXXII ciclo.
Avviso del 19/09/2016
Con DR 138/16 del 15/09/2016 è stata nominata la commissione giudicatrice per l’ammissione al corso di dottorato di ricerca in “Il diritto dei servizi nell’ordinamento italiano ed europeo” – XXXII ciclo.”
Avviso del 8/9/2016
Si avvisano i candidati partecipanti al concorso di ammissione al corso di Dottorato di ricerca in “Il diritto dei servizi nell’ordinamento italiano ed europeo” – XXXII ciclo -che le prove d’esame si svolgeranno presso la sede dell’Università Europea di Roma, Via degli Aldobrandeschi n. 190, secondo il seguente calendario:

  • Prova scritta: 27/09/2016 ore 9:30 – 13:30 – Aula Master
  • Prova orale: 28/09/2016 ore 9:30 – Aula Tesi

Nota: Durante la prova, i candidati potranno consultare solamente i codici non commentati né con la dottrina né con la giurisprudenza.
Avviso del 21/07/2016
Con DR. 112/16 del 21/07/2016 è stato emanato il bando di concorso per l’ammissione al corso di dottorato in “Il diritto dei servizi nell’ordinamento italiano ed europeo” – XXXII ciclo con sede presso l’Università Europea di Roma.
Pubblicato all’albo di Ateneo il 27/07/2016
Scadenza per la presentazione delle domande: 26/08/2016
La prova scritta si terrà martedì 27 settembre 2016.
La prova orale si terrà mercoledì 28 settembre 2016.
Le prove si terranno presso la sede dell’Università Europea di Roma in Via degli Aldobrandeschi 190 – 00164 Roma.

L’indicazione dell’ora verrà resa pubblica con almeno 15 giorni di anticipo mediante affissione all’Albo di Ateneo e la pubblicazione sul sito web dell’Università.