Sbocchi professionali – Laurea Magistrale in Economia e Management dell’Innovazione

Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

Manager d’impresa

Funzione in un contesto di lavoro:
Il Corso di Studi forma competenze trasversali utili a gestire, con una visione integrata, qualsiasi
contesto organizzativo nelle diverse funzioni aziendali (quali, ad esempio, marketing e
commerciale, finanza, amministrazione e controllo, organizzazione e gestione risorse umane,
produzione e logistica); a ricoprire ruoli di pianificazione e coordinamento nell’ambito di enti e
istituzioni; ad avviare iniziative imprenditoriali e realizzare idee di impresa ad alto contenuto
innovativo.

Competenze associate alla funzione:
Il Corso di Studi mira a costruire solide competenze nelle discipline economiche e manageriali,
della contabilità e bilancio,della economia e gestione, della organizzazione d’impresa, dei metodi
matematici e statistici e del diritto d’impresa. In particolare il CdS consente l’acquisizione di
conoscenze approfondite nei diversi ambiti della gestione di aziende ed istituzioni, pubbliche e
private; lo sviluppo di competenze specifiche di analisi delle dinamiche economico-finanziarie (sia
a livello aziendale che macro-economico) e di organizzazione e gestione aziendale con una
attenzione alle problematiche di natura economica e finanziaria. Infine, coerentemente con
l’obiettivo di formare competenze che rispondano alle reali esigenze di imprese e organizzazioni, il
percorso formativo prepara i laureati all’analisi critica, al team working, alla soluzione di problemi
complessi.

Sbocchi occupazionali:
I laureati in Economia e Management dell’Innovazione possono inserirsi nell’ambito di
organizzazioni e istituzioni, sia pubbliche sia private, ricoprendo qualsiasi funzione organizzativa
(contabilità, bilancio, finanza, marketing, produzione e logistica, sistemi informativi, ufficio studi,
ecc.). Essi possono inoltre orientarsi verso la libera professione (es. dottori commercialisti e
revisori contabili) o la consulenza d’impresa oppure avviare una propria iniziativa imprenditoriale.
Di seguito si riportano, a titolo esemplificativo, alcuni possibili sbocchi professionali previsti
nell’ambito di organizzazioni pubbliche o private:

  • specialisti in pianificazione, gestione e controllo
  • specialisti nella gestione delle risorse umane
  • specialisti dell’organizzazione del lavoro
  • specialisti in contabilità, bilancio e controllo di gestione
  • specialisti in marketing
  • specialisti in attività finanziarie
  • analisti di mercato
  • specialisti dei sistemi economici
  • project/product manager

Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT

  • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private – (2.5.1.2.0)
  • Specialisti in risorse umane – (2.5.1.3.1)
  • Specialisti dell’organizzazione del lavoro – (2.5.1.3.2)
  • Specialisti in contabilità – (2.5.1.4.1)
  • Fiscalisti e tributaristi – (2.5.1.4.2)
  • Specialisti in attività finanziarie – (2.5.1.4.3)
  • Analisti di mercato – (2.5.1.5.4)
  • Specialisti dei sistemi economici – (2.5.3.1.1)
  • Specialisti dell’economia aziendale – (2.5.3.1.2)

Conoscenza e comprensione, e Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Sintesi

Conoscenza e capacità di comprensione
Il laureato magistrale in Economia e management dell’innovazione, attraverso la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e seminari, avrà conoscenze avanzate nei campi dell’analisi economica e aziendale nei settori rilevanti per l’attività imprenditoriale, anche grazie all’acquisizione di metodologie quantitative appropriate. L’offerta formativa è caratterizzata dall’acquisizione di una solida formazione nelle discipline quantitative, coerentemente con l’esigenza di formare profili professionali che sappiano analizzare, interpretare ed integrare dati complessi in qualsiasi funzione aziendale e/o settore industriale dell’economia. Questi obiettivi saranno perseguiti attraverso l’utilizzo di metodologie didattiche che prevedano un forte coinvolgimento degli studenti: in particolare, attraverso l’uso di simulazioni, di lavori di gruppo, di esercitazioni, di analisi di case studies, gli studenti saranno stimolati ad esercitare il pensiero critico e ad integrare conoscenze di ambiti disciplinari diversi. La verifica del raggiungimento di tali risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso esami orali e/o scritti, oltre che attraverso presentazioni e esercitazioni svolte in aula, attività di progetto anche legate allo svolgimento della prova finale (elaborato di tesi).

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il laureato magistrale in Economia e management dell’innovazione sarà in grado di applicare le proprie conoscenze al decision making e alla risoluzione di problemi economico-aziendali selezionando gli strumenti e applicando i concetti fondamentali delle discipline economico aziendali, giuridiche e gli strumenti e le metodologie quantitative. Tali capacità si raggiungeranno attraverso la riflessione critica sui testi proposti per lo studio individuale, attraverso le attività di discussione in aula (che negli insegnamenti del CdS magistrale saranno continuamente sollecitate dai docenti, e talvolta saranno oggetto di valutazione), lo studio e la discussione (in plenaria o in sottogruppi) di casi aziendali e lo svolgimento di esercitazioni in aula e in occasione della preparazione della prova finale. Anche l’attività di tirocinio dovrà contribuire allo sviluppo delle capacità di analisi e comprensione di fenomeni complessi. Infine, nell’ambito delle altre conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro sono previste attività di laboratorio in cui gli studenti possono svolgere esercitazioni pratiche finalizzate allo sviluppo di alcune capacità comportamentali. La verifica avverrà attraverso esami scritti e/o orali, relazioni, esercitazioni e presentazioni di gruppo/individuali, nonché in occasione della redazione e discussione dell’elaborato finale.

Conoscenza e comprensione, e Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Dettaglio

Area Economica

Conoscenza e comprensione
Il CdS prevede l’acquisizione di approfondite conoscenze economiche volte ad approfondire le dinamiche di funzionamento dei sistemi economici alla luce delle principali scuole di pensiero esistenti. I corsi previsti nell’area economica approfondiscono le relazioni esistenti tra variabili economiche aggregate nonché le dinamiche di funzionamento ed integrazione degli operatori economici, individui ed imprese. Particolare attenzione viene riservata all’analisi storica delle principali teorie economiche ed allo studio dei cicli economici in ottica evolutiva. Vengono inoltre attivati corsi volti ad approfondire la teoria dell’organizzazione industriale nonché lo studio dei comportamenti dei consumatori e delle imprese mediante modelli di interazione strategica (quali la teoria dei giochi). Le conoscenze e le capacità di comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali, esercitazioni e analisi di problemi concreti, simulazioni, previsti dalle attività formative attivate.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Attraverso un approccio dinamico e partecipativo sviluppato in aula, gli studenti saranno messi in condizione di comprendere e dare risposta ai molteplici interrogativi economici posti dalle teorie principali e dalle situazioni reali, anche attraverso l’analisi di esperienze e casi di studio, nonché attraverso le testimonianze di economisti provenienti dalle principali istituzioni e enti pubblici e privati. Le conoscenze economiche acquisite potranno essere ulteriormente sviluppate in attività di ricerca (di base ed applicata) presso istituzioni pubbliche e private, sia a carattere nazionale sia internazionale, durante lo svolgimento del tirocinio nonché durante lo svolgimento dell’elaborato finale. La verifica sarà affidata a valutazioni in itinere, project work individuali e di gruppo, esami finali di profitto.

Area Giuridica

Conoscenza e comprensione
I corsi afferenti all’area giuridica mirano a fornire agli studenti una preparazione essenziale e aggiornata su tutte le articolazioni del diritto d’impresa e tributario, basata non solo sulle nozioni ma anche su un approccio critico che li aiuta a comprendere la collocazione dei singoli istituti nella cornice del sistema giuridico nazionale ed internazionale. L’analisi degli istituti e delle procedure giuridiche tiene in debita considerazione la prospettiva storica e l’evoluzione dell’ordinamento in relazione al continuo emergere di nuovi interessi bisognosi di protezione e al loro bilanciamento. Le conoscenze e le capacità di comprensione sopra elencate sono conseguite tramite la partecipazione a lezioni frontali e seminari di approfondimento previsti dalle attività formative attivate.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Gli studenti dovranno essere in grado di applicare le conoscenze giuridiche di base per affrontare e risolvere i principali problemi di funzionamento delle relazioni giuridico-contrattuali tra individui, imprese ed istituzioni. Le lezioni intendono inoltre sviluppare un approccio operativo che mette gli studenti in condizione di intervenire nella risoluzione di controversie giuridiche tra imprese e pubblica amministrazione. Tale approccio operativo prevede l’utilizzo di casi concreti ed esercitazioni mirate ad illustrare le molteplici fattispecie giuridiche che più frequentemente si manifestano nelle interazioni economiche tra organizzazioni pubbliche e private. Inoltre, gli studenti saranno sollecitati ad applicare le conoscenze dell’ordinamento tributario a casi aziendali specifici, nell’ambito di un ciclo di seminari professionalizzanti svolti in collaborazione con l’Associazione Nazionale dei Tributaristi

Area Aziendale

Conoscenza e comprensione
I corsi che afferiscono all’area aziendale sono finalizzati a formare una conoscenza approfondita delle teorie e dei metodi alla base della gestione di organizzazioni complesse, siano esse aziende pubbliche, imprese private, organizzazioni non profit, enti o istituzioni. In particolare il laureato in Economia e Management dell’innovazione dovrà avere piena comprensione delle tematiche relative all’analisi economico-finanziaria, alla valutazione d’azienda, alla finanza d’impresa, all’organizzazione aziendale e alla gestione delle risorse umane.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il laureato magistrale dovrà aver acquisito la capacità di applicare tali metodi e conoscenze all’interpretazione e alla gestione delle dinamiche gestionali che caratterizzano i contesti organizzativi/aziendali, con particolare sensibilità per le tematiche economico-finanziarie. Lo sviluppo di tali capacità sarà sollecitato grazie alle sessioni di discussione in aula che prenderanno spunto dalla lettura i quotidiani e di casi di studio aziendali così da consentire lo sviluppo, da parte dello studente, di una capacità critica di lettura e interpretazione dei fenomeni aziendali e la sperimentazione di capacità di problem solving e decisionali, critiche per quanti vogliano inserirsi nel mercato del lavoro con ruoli di responsabilità manageriale.

Area dei Metodi Quantitativi

Conoscenza e comprensione
I corsi che afferiscono all’area dei metodi quantitativi sono finalizzati a formare una conoscenza approfondita delle metodologie che consentono di affrontare problemi decisionali complessi, propri di tutte le funzioni aziendali, utilizzando strumenti di analisi statistica adeguati. Inoltre, il laureato magistrale comprenderà le problematiche relative al funzionamento dei mercati finanziari grazie alla capacità di applicare tecniche empiriche che si basano sull’analisi tecnica e l’analisi delle serie storiche.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Il laureato magistrale dovrà aver acquisito la capacità di applicare i metodi di analisi quantitativa all’interpretazione e alla gestione delle dinamiche che caratterizzano i contesti organizzativi/aziendali, a supporto delle decisioni complesse. Inoltre, il laureato magistrale sarà in grado di utilizzare in modo corretto e appropriato le tecniche statistiche necessarie nelle attività di pianificazione, controllo, organizzazione e gestione. Lo sviluppo di tali capacità sarà sollecitato durante le esercitazioni svolte in aula, focalizzate sull’analisi di dati e informazioni disponibili su internet e sui principali database economicofinanziari, durante le quali lo studente sarà tenuto a identificare i modelli di analisi più appropriati e ad applicarli a fini esplorativi e/o interpretativi, discutendo gli oucomes prodotti.

Area Generica

Conoscenza e comprensione
Oltre a garantire l’acquisizione di conoscenze e lo sviluppo di competenze nelle aree economica, aziendale, matematico-statistica e giuridica, il CdS è impegnato a formare i propri laureati ad affrontare con sicurezza e consapevolezza il mondo del lavoro. A questo scopo, il CdS offre insegnamenti finalizzati a allenare il pensiero critico, a sviluppare competenze comportamentali, e ad accrescere alcune delle competenze che sono ritenute essenziali nel mondo del lavoro (in special modo nella consulenza aziendale, nelle imprese e nelle istituzioni) quali le competenze informatiche e le competenze linguistiche.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Al fine di garantire la capacità di applicare le competenze trasversali acquisite, il CdS si impegna ad utilizzare metodologie didattiche esperenziali, in cui gli studenti sono stimolati a partecipare attivamente alle classi. Queste metodologie sono particolarmente importanti nell’ambito degli insegnamenti inseriti nell’area generica in cui, attraverso attività di laboratorio, gli studenti possono acquisire una maggiore consapevolezza dei propri talenti e delle proprie aree di debolezza, ad esempio nel campo del problem solving, delle capacità di comunicazione interpersonale e in pubblico, delle capacità di team working.

Autonomia di giudizio, Abilità comunicative, Capacità di apprendimento

Autonomia di Giudizio
Il laureato magistrale in Economia e Management dell’innovazione avrà le capacità di individuare, comprendere ed interpretare le principali variabili del contesto micro e macroeconomico, nonché la complessità dei contesti aziendali, grazie anche all’approfondimento delle metodologie quantitative di analisi, fondamentali per la comprensione delle condizioni economiche e finanziarie e della loro continua evoluzione. La rilevante presenza di attività formative in ambito economico e aziendale consentirà, inoltre, ai laureati magistrali in Economia e Management dell’innovazione di formulare, in piena autonomia, giudizi sulle problematiche di natura microeconomica, macroeconomica ed aziendale, nonché di acquisire gli strumenti analitici fondamentali allo svolgimento dell’attività di consulenza e professionale. L’acquisizione dell’autonomia di giudizio viene assicurata dalle attività formative delle singole discipline, in particolare tramite la preparazione di elaborati individuali o di gruppo, la discussione in gruppo di casi studio, la partecipazione alle attività seminariali e l’attività svolta per la preparazione della prova finale. La verifica avviene tramite la valutazione degli insegnamenti del piano di studio individuale e la valutazione del grado di autonomia e capacità di lavorare, anche in gruppo, durante le attività di team-working in aula, la preparazione della prova finale e il tirocinio.

Abilità comunicative
Il laureato magistrale in Economia e Management dell’innovazione sarà in grado di comunicare ed esplicitare in forma chiara le proprie considerazioni, conclusioni, nonché le conoscenze e le motivazioni ad esse sottese, a interlocutori specialisti e non specialisti. Saprà anche presentare e discutere i risultati delle analisi svolte, in particolare su tematiche economiche e aziendali, in contraddittorio con singoli interlocutori o platee di formazione multidisciplinare. L’acquisizione e la verifica di tali abilità comunicative all’interno delle differenti attività formative avvengono attraverso la preparazione e l’esposizione orale di relazioni ed elaborati scritti, le attività all’interno di gruppi di lavoro, gli interventi seminariali e tramite l’attività svolta dallo studente per la preparazione dell’elaborato finale e la discussione dello stesso dinanzi ad una commissione.

Capacità di apprendimento
Il laureato magistrale in Economia e management dell’innovazione avrà acquisito le conoscenze fondamentali e l’approccio metodologico necessari alla analisi, raccolta e interpretazione dei dati utili alla descrizione e alla comprensione dei fenomeni e delle problematiche economico aziendali. Questa base teorica e metodologica consentirà al laureato di collocarsi nel mercato del lavoro (sia nel settore privato che in quello pubblico), nonché di proseguire il percorso di formazione con un master di II livello, con un percorso di perfezionamento specialistico o con un dottorato di ricerca. Le capacità di apprendimento sono conseguite nel percorso di studio attraverso lo studio individuale, lo svolgimento di project-work individuali o di gruppo, le attività di laboratorio, le numerose esercitazioni, la partecipazione a seminari, l’esperienza di tirocinio e lo svolgimento dell’elaborato finale. La capacità di apprendimento viene valutata attraverso forme di verifica continue durante le attività formative e mediante la valutazione della capacità di auto-apprendimento maturata durante lo svolgimento dell’elaborato finale.

Torna al Corso Laurea Magistrale in Economia e Management dell’Innovazione