Docente: Michael Ryan, Giuseppe Di Taranto

Corso di laurea: Laurea Magistrale in Economia e Management dell’Innovazione

Indirizzo: Management dell’innovazione

Anno Accademico: 2018-2019

CFU: 6

Durata dell'insegnamento: 48 ore

Materiali didattici

Obiettivi formativi del corso

Gli studenti saranno capaci di stabilire un criterio fondamentale di rettitudine degli atti che costituiscono l’universo complesso dell’attività economica, commerciale ed imprenditoriale. Elencare in un modo ampio gli ambiti, i problemi, il tipo di dilemmi propri.
Elencare i nomi degli autori più significativi nella storia dell’etica economica e d’impresa, le opere principali, nonché i centri e le pubblicazioni più importanti.
Presentare gli elementi fondamentali dell’etica generale in modo rilevanti per l’uomo che agisce nel mondo economico. Un’attenzione particolare si presterà ai principi ed orientamenti del pensiero sociale cristiano, specialmente nelle encicliche Laborem exercens, Centesimus annus e il Compendio della Dottrina sociale della Chiesa.
Spiegare il concetto di Responsabilità sociale d’impresa
Presentare gli elementi essenziale di un codice etico e di un bilancio sociale d’impresa.
Analizzare e risolvere in modo coerente i dilemmi etici più comuni, strutturando un ragionamento pratico che sia praticabile.
Essendo l’economia una realtà inserita in un determinato sistema sociale spiegare i concetti dell’economia politica, per vagliare la loro giustizia e per capire come il sistema economico interagisce con tutti gli ambiti.
Fornire agli studenti una visione dell’Etica e dell’economia in funzione della dottrina sociale della Chiesa attraverso le Lettere Encicliche, dalla Rerum Novarum alla Laudato Si’.

Programma

  • Etica, ricchezza e “ben vivere”. L’eredità aristotelica nel pensiero economico del medioevo.
  • Il mercantilismo e l’interesse individuale.
  • Distribuzione e circolazione della ricchezza nel pensiero fisiocratico.
  • Il pensiero economico illuminista. La scuola napoletana e la scuola milanese.
  • La scienza della coscienza. L’etica della persona. Dignità umana e trascendenza delle norme morali. Esperienza e coscienza. L’etica dalla subordinazione al soggettivismo illuminato.
  • Etica ed economia. L’etica tra globalizzazione della povertà e concentrazione della ricchezza. La transizione dell’economia da scienza morale a misura della massimizzazione del profitto. Il paradigma neoclassico del mercato. Il trilemma di Rodrik.
  • L’economia classica e la critica marxiana. Il lavoro come valore. Il plusvalore. La caduta tendenziale del saggio di profitto. Le crisi del mercato.
  • Individualismo, marginalismo e dottrina sociale della Chiesa. La matematizzazione dell’economia e la visione egoistica dell’ottimo economico. La teoria del valore utilità. La fine della visione etica della distribuzione della ricchezza tra le classi sociali.
  • La Rerum Novarum e la riconciliazione tra capitale e lavoro. La visione cattolica del lavoro come principio commutativo. Il solidarismo contro l’edonismo. Il mercato strumento del bene comune. Le casse rurali e il credito cooperativo.
  • La Quadrigesimo Anno e la crisi del 1929. Il principio di sussidiarietà. Speculazione finanziaria, indigenza e disoccupazione. La teoria keynesiana. I radiomessaggi di Pio XII.
  • Le encicliche degli anni 60. La scoperta del sottosviluppo. La dicotomia capitalismo-collettivismo. La transizione demografica. La lotta contro la fame nel mondo. Padre Lebret e Josuè De Castro. La Populorum progressio e la differenza tra crescita e sviluppo.
  • La Lettera Apostolica Octogesima adveniens e la celebrazione degli ottanta anni della Rerum Novarum. Le sfide della società post-industriale. L’inadeguatezza della politica. I processi di inurbamento. La condizione femminile. La disoccupazione. L’egemonia della comunicazione. La crisi economica internazionale e la fine degli accordi di Bretton Woods. La stagflazione.
  • Le Encicliche di Giovanni Paolo II ( 1981-1991). Lavoro oggettivo e lavoro soggettivo. Etica e bene comune. La caduta del muro di Berlino e la fine dell’Unione Sovietica. Economia d’impresa ed economia di mercato. La globalizzazione della solidarietà. L’imprenditore come attore del bene comune.
  • La Caritas in Veritate. Una visione solidale della Responsabilità sociale d’impresa. Etica, equità e giustizia distributiva. Capitalismo del risparmio e capitalismo del debito. Delocalizzazione e rispetto della integrità della persona. Sviluppo, progresso tecnologico e fede. Keynesian Consensus e Washington Consensus.
  • Laudato Si’. La Terra come casa comune. Verso una conversione ecologica globale. La nuova ecologia integrale. Sostenibilità e cambiamenti climatici. La questione idrica. La tutela della biodiversità. La globalizzazione del paradigma tecnocratico. La Green Economy e il futuro del pianeta. Siamo troppi o troppo pochi?
  • Una riflessione conclusiva.

Modalità di svolgimento del corso

Lezioni frontali

Modalità di svolgimento dell’esame

Orale

Testi di riferimento

  • Pierini (a cura di), Le encicliche sociali. Dalla «Rerum novarum» alla «Centesimus annus», Paoline, 1992.
  • Per le encicliche più recenti si rimanda al testo consultabile online.
  • Sul pensiero economico da Aristotele e all’illuminismo verranno distribuite delle dispense.