ricerca

PDF Stampa E-mail

Il Centro di Ricerca di Eccellenza Diritto d’Autore (CREDA), istituito il 12 maggio 2009 a fronte della stipula di una Convenzione tra il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e l’Università Europea di Roma, è divenuto operativo il 13 dicembre 2011 alla firma di un Regolamento operativo tra le due istituzioni.

Il CREDA è incardinato per il Ministero, nella Direzione generale per le biblioteche, gli istituti culturali ed il diritto d'autore (DGBID), Servizio per il Diritto d'Autore e la Vigilanza sulla SIAE, mentre per l’Università nel Centro Dipartimentale per la Ricerca dell’Università Europea di Roma, diretto dal Prof. Alberto Maria Gambino. Con Decreto Direttoriale è stato poi costituito il 22 febbraio 2012, un Comitato paritetico di indirizzo, organo di gestione interna del CREDA, formato dai Proff. Valeria Falce e Andrea Stazi (Università Europea) e dalle Dott.sse Maria Concetta Cassata e Lucia Marchi (MIBACT).

Il CREDA si avvale, inoltre di un Comitato Scientifico in continuo ampliamento, composto dai maggiori studiosi ed esperti tecnici e scientifici nelle materie della proprietà intellettuale e del diritto dell’innovazione. Allo scopo di promuovere ogni attività connessa ad un proficuo sviluppo della conoscenza della proprietà intellettuale complessivamente intesa, e, nello specifico, del diritto dell’innovazione e del diritto d’autore, della proprietà industriale, delle biotecnologie, delle comunicazioni elettroniche e dell'audiovisivo, del diritto dell'informazione e dell'informatica, dei diritti e delle responsabilità in rete, della tutela dei consumatori e delle pratiche commerciali, della concorrenza e della regolazione delle industrie di rete, nonché con l’obiettivo di ampliare la fruizione del patrimonio librario, il CREDA ha realizzato e continua a promuovere una serie di attività di collaborazione scientifica e tecnica tra studiosi, progetti di ricerca ed eventi sulle tematiche di interesse, si occupa della redazione della rivista telematica “Diritto Mercato Tecnologia”, ha istituito delle borse di studio nelle materie del diritto d’autore e del diritto dell’innovazione, e di materie affini di taglio umanistico, giuridico, economico e storico.

Il Creda, in collaborazione con la Luiss Guido Carli, organizza il Master di II livello in “Diritto della concorrenza e dell’innovazione”, giunto alla seconda edizione, ed il Corso di perfezionamento in “Diritto e gestione della proprietà intellettuale, della concorrenza e delle comunicazioni”, giunto alla quarta edizione.

Allo scopo di promuovere ogni attività connessa ad un proficuo sviluppo della conoscenza della proprietà intellettuale complessivamente intesa, e, nello specifico, del diritto dell’innovazione e del diritto d’autore, della proprietà industriale, delle biotecnologie, delle comunicazioni elettroniche e dell'audiovisivo, del diritto dell'informazione e dell'informatica, dei diritti e delle responsabilità in rete, della tutela dei consumatori e delle pratiche commerciali, della concorrenza e della regolazione delle industrie di rete, nonché con l’obiettivo di ampliare la fruizione del patrimonio librario, il CREDA ha realizzato e continua a promuovere una serie di attività di collaborazione scientifica e tecnica tra studiosi, progetti di ricerca ed eventi sulle tematiche di interesse, si occupa della redazione della rivista telematica “Diritto Mercato Tecnologia” (“DIMT”), ha istituito delle borse di studio nelle materie del diritto d’autore e del diritto dell’innovazione, e di materie affini di taglio umanistico, giuridico, economico e storico.