Associato di Letteratura Italiana

Bio

Si è laureata nel 1990 in Letteratura Italiana presso l’Università degli Studi di Firenze con una tesi diretta da Domenico De Robertis sull’Adelchi di Alessandro Manzoni.

Nel 1995 ha conseguito il Perfezionamento in Discipline Filologiche e Linguistiche Moderne presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, essendo relatore Alfredo Stussi.

Successivamente è stata borsista post dottorato presso l’Università degli Studi di Firenze (1996-1999: tutor Rosanna Bettarini) e Siena, Scuola Superiore di Studi Umanistici (2003-2004: tutor Natascia Tonelli).

Negli anni 2004-2007 è stata cultrice della materia per le cattedre di Letteratura italiana di Arnaldo Bruni (Università degli Studi di Firenze) e di Natascia Tonelli (Università degli Studi di Siena), partecipando ai corsi con lezioni e seminari.

Dopo aver conseguito l’idoneità a Professore di II fascia di Letteratura Italiana (ottobre 2006), ha vinto un posto di dottorato in Italianistica presso l’Università degli Studi di Ginevra (marzo 2008) con una tesi su La prosa dell’Arcadia di Iacopo Sannazaro. Nel maggio 2010 è stata chiamata come Professore Associato di Letteratura Italiana all’Università Europea di Roma (conferma in ruolo: ottobre 2013).

Interessi di ricerca

I suoi ambiti di ricerca principali sono la Letteratura italiana, in particolar modo la Letteratura italiana fra Sette e Ottocento, e la Filologia italiana, in particolare la moderna Filologia dell’originale, praticata sia sul versante pratico sia su quello speculativo, con indagini mirate alla codificazione di questa empiristica disciplina

Ma un’attenzione precipua è stata dedicata anche agli autori di fine Settecento e primo Ottocento (Alfieri e Monti), tenendo Foscolo sempre sullo sfondo nel dialogo serrato con la produzione giovanile del Manzoni: autori e temi sempre affrontati a partire dalle loro carte manoscritte e dalle loro prime edizioni

Il terzo filone di ricerca affronta l’opera romanzesca di Italo Svevo e in particolare il suo secondo romanzo Senilità come caso emblematico della possibilità di studiare il processo di elaborazione di un testo senza documentazione manoscritta attraverso il rilievo di passi contraddittori che segnalano precisi incidenti della composizione.

Pubblicazioni

  • I. Becherucci, Il Convegno Il poeta e il suo pubblico. Lettura e commento dei testi lirici nel Cinquecento, «Per leggere. I generi della lettura», n. 15, 2008, pp. 179-91
  • I. Becherucci, I sonetti di anniversario nel Libro delle Rime dell’Alfieri, Atti del Convegno dell’Università di Ginevra Per leggere i classici, 23-24 ottobre 2007, «Per leggere», n. 19, 2010, pp. 115-138
  • Premessa a Dieci anni di Per leggere. I generi della lettura, Atti della giornata di studio all’Università Europea di Roma. Indici della prima serie (nn. 1-20), a cura di I. Becherucci, Lecce, Pensa Multimedia, 2011
  • La meditazione sulla croce nella poesia del Sannazaro, in La Croce. Un simbolo attraverso i tempi e le culture, a cura di I. Becherucci, P. Martino, Roma, Edizioni Studium, 2011, pp. 89-108
  • Scampoli manzoniani, Firenze, Franco Cesati («Strumenti di letteratura italiana»), 2012
  • L’alterno canto del Sannazaro. Primi studi su l’Arcadia, Lecce, Pensa Multimedia («Quaderni di Per leggere»), 2012
  • I. Becherucci, Una d’arme, di lingua, d’altare. La parte del Manzoni, in I Cattolici tra Risorgimento e Antirisorgimento, a cura di L. Galantini, Firenze, Le Lettere, 2013, pp. 131-46
  • I. Becherucci, Il romanziere Manzoni e l’impareggiabile maestro (con una postilla sul Manzoni poeta), in Ricordo di Domenico De Robertis, a cura di C. Molinari, G. Tanturli, Lecce, Pensa MultiMedia, 2013, pp. 99-115.
  • I. Becherucci, Premessa, Introduzione e Postfazione in Domenico De Robertis, Gli studi manzoniani, a cura di I. Becherucci, Firenze, Franco Cesati («Filologia e ordinatori»), 2014
  • I. Becherucci, ‘Teatralità’ dell’Arcadia: prima ed ultima scena, in La letteratura degli italiani 4. I letterati e la scena, Atti del XVI Congresso dell’Associazione degli Italianisti (ADI), Sassari-Alghero, 19-22 settembre 2012, a cura di G. Baldassarri, V. Di Iasio, P. Pecci, E. Pietrobon e F. Tomasi, Roma, Adi editore, 2014
  • I. Becherucci, Ancora sul trattamento del tempo in Senilità (con rilievi di ‘isole’ asincroniche) in Italo Svevo and his legacy for the third millennium, vol. I, Philology and interpretation, edited by G. Stellardi and E. Tandello Cooper, Troubador Publishing Ltd, 2014, pp. 87-107
  • I. Becherucci, Gli Inni Sacri del 1822: strategie editoriali, «Quaderni ginevrini d’italianistica», Lecce, Pensa MultiMedia, 2015, pp. 167-94
  • I. Becherucci, La collaborazione di Ermes Visconti alla tragedia del Conte di Carmagnola, «Per leggere», n. 29 (autunno 2015), pp. 109-39.
  • I. Becherucci, Nota al testo in A. Manzoni, Adelchi Tragedia. Introduzione e commento di Carlo Annoni, a cura di Rita Zama, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2015, pp. 475-520
  • A. Manzoni, Adelchi con un Discorso sur alcuni punti della storia longobardica in Italia. Unità dell’opera di Isabella Becherucci, Milano, Centro Nazionale Studi Manzoniani, 2015
  • I. Becherucci, Sull’Adelchi di Alessandro Manzoni: bilanci e integrazioni, «Studi di filologia italiana», LXXIII, 2015, pp. 391-442
  • I. Becherucci, Voci: Antonio da Montalcino e Giovanni Pigli, ACAV (Atlante dei canzonieri in volgare del Quattrocento), a cura di A. Comboni e T. Zanato, Firenze, Edizioni del Galluzzo, 2017, 65-68 e 673-74
  • I. Becherucci, Premessa e curatela a La resa grafica dei testi volgari. Atti del Seminario di Filologia per cura di Giuliano Tanturli, (Università degli Studi di Firenze, 4, 11, 18 aprile 2016, «Per leggere», n. 32-33, primavera-autunno 2017, pp. 145-49
  • I. Becherucci, Altre forme di censura: la contraffazione e l’omissione (ancora il caso di Manzoni) in Atti del XIX congresso nazionale ADI, Roma, 9-12 settembre 2015, 2017ù
  • I. Becherucci, Filologia di autore in Storia, tradizione e critica dei testi. Per Giuliano Tanturli. Vol. I, a cura di I. Becherucci e C. Bianca, Lecce, Pensa MultiMedia, «Quaderni di Per leggere», 2017, pp. 35-46
  • I. Becherucci, Sul teatro manzoniano: rassegna critica, «Annali manzoniani», terza serie, n. 1, 2018, pp. 12-25
  • I. Becherucci, Precisazioni su un’edizione critica a tradizione elaborativa autografa in Da Ferrara a Firenze: incontri giraldiani. Per Carla Molinari, a cura di I. Romera Pintor e S. Villari, Roma, Aracne («Arbor inversa. Studi e testi giraldiani»), 2018, pp. 77-90.