fbpx

Docente di laboratorio

Insegnamenti

Laboratorio per l’insegnamento dell’italiano come seconda lingua

Bio

Ho conseguito la laurea in Lettere e filosofia, con indirizzo in lettere moderne, presso l’Università degli studi di Catania. Dopo aver conseguito un Master in Comunicazione d’Impresa, presso la Luiss Management di Roma, e una breve parentesi professionale nel campo della comunicazione politica e istituzionale, mi sono specializzata nell’insegnamento della lingua italiana – come lingua seconda – agli stranieri e ho conseguito nel 2012 la certificazione Cedils (certificazione di didattica della lingua italiana agli stranieri) nell’ambito del laboratorio ITALS, presso il Dipartimento di scienze del linguaggio dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Ho sviluppato le mie competenze didattiche e maturato la mia esperienza professionale presso la scuola saudita di Roma, come insegnante di lingua italiana per studenti di lingua araba delle classi elementari, medie e liceali. Ho tenuto, inoltre, corsi di letteratura italiana HL (high level) e di lingua italiana ab initio nell’ambito dell’IB DP (International Baccalaureate – Programma di Diploma) rivolti a studenti di secondo e terzo liceo, in qualità di insegnante IB accreditata nelle aree della letteratura italiana e della lingua italiana.

Interessi di ricerca

I miei interessi di ricerca nascono dall’osservazione diretta di tutto ciò che mi circonda e si nutrono di una curiosità attenta verso suoni, segni, gesti, comportamenti e sistemi valoriali che rappresentano l’oggetto delle mie analisi e interpretazioni. I miei ambiti di interesse:

  • La comunicazione interculturale e i processi di acquisizione di competenze (non solo linguistiche), abilità e strumenti che rendano più fluida l’interazione tra la nostra e le altre culture.
  • La ricerca di strumenti didattici e metodologici che rendano la pratica dell’insegnamento un’attività capace di generare negli studenti desiderio e curiosità verso il “sapere” – sotto qualunque forma, in qualunque contesto socio-linguistico o culturale, ad ogni età.
  • La sperimentazione e attivazione di pratiche dentro la classe per favorire modalità di insegnamento inclusive e integrative e incoraggiare la comunicazione tra studente e insegnante basata sull’ascolto attivo.