SALVATORE CONTARINI E LA POLITICA ESTERA ITALIANA

Data: 23/05/2017

All’Università Europea di Roma si è tenuta la presentazione del libro di Matteo Anastasi “Salvatore Contarini e la politica estera italiana (1891-1926)”.

Il volume ricostruisce carriera e azione diplomatica di Salvatore Contarini, uno dei più grandi maestri della diplomazia italiana, il cui prestigio è stato recentemente confermato dall’inserimento (avvenuto nel 2011 in occasione delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia) nella lista dei 150 migliori servitori dello Stato unitario.

Nei suoi 35 anni di carriera diplomatica Contarini, originario di Palermo, ha attraversato la politica coloniale dai primi vagiti allo sbarco in Libia, la prima guerra mondiale e, soprattutto, è stato, in qualità di segretario generale del Ministero degli Affari Esteri, colui che ha dovuto gestire il complicatissimo passaggio, agli Esteri, dal liberalismo al fascismo, seguito alla marcia su Roma dell’ottobre 1922.

Alla presentazione, insieme all’autore, sono intervenuti: il Prof. Umberto Roberto, coordinatore accademico dell’Università Europea di Roma, in qualità di moderatore, l’Ambasciatore e Professore Luigi Vittorio Ferraris, diplomatico a riposo e già ambasciatore d’Italia a Bonn, Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri e Consigliere di Stato, il Prof. Alberto Basciani, associato di Storia Contemporanea presso l’Università degli studi di Roma Tre, il Prof. Matteo Luigi Napolitano, associato di Storia delle Relazioni Internazionali presso l’Università degli studi del Molise, il Prof. Massimiliano Valente, associato di Storia Contemporanea presso l’Università Europea di Roma.

Condividi: