Docente: Gabriele Giorgi, Andrea Laudadio

Corso di laurea: Laurea Magistrale in Psicologia

Indirizzo: Psicologia del Lavoro, delle Organizzazioni e del Marketing

CFU: 11

Periodo: Annuale

Durata dell'insegnamento: 88 ore

Materiali didattici

Obiettivi formativi del corso

Il corso ha l’obiettivo di trattare le organizzazioni lavorative partendo dalle complessità sempre nuove e in continuo processo di cambiamento. In questo contesto allo psicologo del lavoro è richiesto un ruolo di consulente in grado di comprendere l’organizzazione e aiutare il cliente/committente a percepire e agire proattivamente sugli eventi che si verificano nel suo ambiente.

In questo clima di complessità, l’apprendimento si presta a nuove definizioni teoriche e metodologiche. Queste ultime richiedono l’acquisizione delle conoscenze relative all’apprendimento, al processo formativo, all’approccio relazionale all’interno e all’esterno del rapporto impresa-mercato e alle business strategies, in un’ottica di sviluppo di competenze organizzative per l’eccellenza.

Il percorso di studio si focalizzerà, pertanto, sulla costruzione di uno specifico know-how, integrato in una visione sistemica, necessario per la progettazione ottimale delle attività consulenziali tipiche della psicologia del lavoro. Nel corso, inoltre,vengono affrontate sul piano operativo le relazioni tra clima organizzativo, stress-lavoro correlato, conflitti e le patologie conseguenti con lo scopo di scoprire i percorsi necessari per ottenere una situazione di benessere psicofisico del lavoratore e di salute organizzativa.

Programma

  • Processo di consulenza
    • La consulenza di processo
    • Conoscere i processi intrapsichici e i loro tranelli al fine di una gestione costruttiva della relazione
    • Il processo di “cambiamento”
    • Il cliente e la conquista della fiducia
    • Aiutare il cliente a diagnosticare e scegliere
    • Le tipologie d’intervento
    • La stipulazione del contratto e onorari
    • L’etica del ruolo del consulente
  • Progettazione formativa
    • Competenze e metacompetenze
    • Apprendimento e trasferimento della conoscenza
    • Dall’idea progettuale al progetto
    • L’analisi del bisogno e la rilevazione della domanda
    • L’apprendimento life long
    • E- learning e nuove tecnologie per l’apprendimento
    • La valutazione del processo formativo
    • La narrazione come strumento formativo
    • Tecniche ludiche di apprendimento
  • Sviluppo organizzativo
    • Le competenze nelle organizzazioni
    • Le emozioni nella vita organizzativa
    • L’intelligenza emotiva
    • L’intelligenza organizzativa
    • Competenze nella selezione e nella valutazione del potenziale
    • Valutazione delle competenze
    • Difficoltà nel produrre sviluppo organizzativo
    • Stress lavoro correlato e incompetenza

Modalità di svolgimento del corso

lezioni frontali, esercitazioni, simulazioni, case studies e testimonianze aziendali

Modalità di svolgimento dell’esame

Orale

Ricevimento

Dopo l’orario delle lezioni o su appuntamento

Testi consigliati

  • A.Laudadio, F.Nicodemo (a cura di) Grazie del Feedback. L’arte di dare e ricevere feedback per migliorare la performance individuale e di gruppo. FrancoAngeli, Milano (in corso di stampa)
  • A. Laudadio (a cura di), Le palestre formative aziendali: le tecniche del training, Eulab Consulting Editore, Roma (in corso di stampa)
  • E.Morin, I sette saperi necessari all’educazione del futuro. Raffaello Cortina Editore, Milano 2001
  • S.Covey, Le sette regole per avere successo. FrancoAngeli, Milano 2015
  • Giorgi G. & Majer V.,Intelligenza organizzativa: competenze emotive ed organizzative per l’eccellenza. Giunti Os Organizzazioni Speciali, Firenze 2012
  • Giorgi G. Arcangeli G. & Cupelli V., Stress lavoro correlato. Leader e collaboratori a confronto. Edises. Napoli 2012
  • Slides e dispense fornite dai docenti
  • Articoli scientifici