Rinnovo cariche UER

13 Luglio 2021

CDA Università Europea di Roma: Confermate all’unanimità le cariche del
Magnifico Rettore e del Prorettore Vicario

Il voto del Consiglio Di Amministrazione, del 30 giugno scorso, ha confermato le nomine per il triennio 2021-2023
del Prof. Padre Pedro Amador Barrajòn Muñoz L.C e del Prof. Alberto Gambino

Roma, 12 luglio 2021 – Si è concluso con voto unanime il CDA dell’Università Europea di Roma che rinnova per il prossimo triennio le cariche dei vertici istituzionali: confermati il Prof. Padre Pedro Amador Barrajòn Muñoz L.C. nel ruolo di Magnifico Rettore e il Prof. Alberto Gambino per la carica Prorettore Vicario.

Una delibera che attesta gli straordinari risultati ottenuti da UER sotto la guida esperta del Magnifico Rettore P. Pedro Barrajòn che è riuscito, insieme all’eccellente lavoro svolto dal corpo docente e dallo staff tecnico-amministrativo, a imporre alti standard qualitativi sia in termini di didattica sia in termini di servizio allo studente tanto da aver conseguito una crescita anno su anno sempre a doppia cifra, arrivando a oltre 1.700 studenti iscritti ai Corsi di laurea, il doppio rispetto a 5 anni fa.

La conferma del Prof. Alberto Gambino, Professore ordinario di Diritto Privato in UER – Presidente dell’Italian Academy of the Internet Code (IAIC) e Avvocato cassazionista civilista – come Prorettore Vicario rappresenta, di fatto, la riprova del percorso di crescita che l’Università Europea di Roma ha intrapreso negli ultimi anni in materia di nuove tecnologie, di formazione, di notorietà e competenza all’interno della comunità accademica e scientifica.

Condividi:

Comunicazioni

Bando Peer Tutoring 2021/2022

5 Agosto 2021

Scadenza 13 settembre 2021

Media

Classifica Censis Università 2021/2022, UER cresce ancora

20 Luglio 2021

Secondo posto tra i “Piccoli Atenei non statali”, con un punteggio di 91,2

Eventi

Open Day in presenza

5 Agosto 2021

UER ri-apre le porte a studenti e genitori

Media

Lettera del Prof. Filippo Vari ad Avvenire

5 Agosto 2021

La lezione che viene da Helsinki