CEI e pandemia

cei

La Commissione Cei per l’Educazione cattolica, la scuola e l’università si rivolge agli universitari con un duplice messaggio.

Da un lato, manda loro un particolare saluto ed incoraggiamento, non solo per la ripresa degli studi, ma anche augurando loro di formarsi e realizzarsi come persone e di creare una vera comunità di studio e di vita.

Dall’altro, rilancia l’insegnamento del cardinale Newman, proclamato “Santo” esattamente un anno fa, secondo cui “…il fine dell’Università era – ed è – formare persone colte, capaci di farsi carico dei problemi di tutto l’uomo, …”.

In particolare, facendo riferimento alle circostanze attuali, indotte dalla pandemia, la CEI sostiene che le soluzioni alle grandi emergenze (sociali, umane e/o scientifiche), si ottengono non solo attraverso conoscenze di ordine pragmatico, ma anche e soprattutto tramite le qualità, di ordine umano: virtù e atteggiamenti, propri di chi si forma con serietà.

Esorta dunque all’uso della didattica on line quale strumento per raggiungere amici, colleghi e docenti spazialmente lontani, ma anche per aiutare chi resta indietro e per condividere e fare rete, mantenendo viva la curiosità e il bisogno di approfondimento, necessari a contrastare superficialità e individualismo.

E’ possibile leggere il testo integrale della lettera.

Condividi: