Una Università di respiro internazionale e di grande tradizione per futuri professionisti con alti valori umani. Una scelta sicura per una formazione completa, etica e culturale.

Una mattina indimenticabile con il Papa
Una mattina indimenticabile con il Papa

Un gruppo di studenti dell’Università Europea di Roma ha partecipato, insieme alle famiglie, all’Udienza Generale con Papa Francesco, mercoledì 8 novembre 2017.

I giovani sono stati accompagnati da Padre Nicola Tovagliari LC, Cappellano dell’UER, e da Padre Michael Ryan LC, docente UER e grande animatore della pastorale delle famiglie dell’università, nominato recentemente Rettore del Pontificio Collegio Internazionale Maria Mater Ecclesiae.

“Da tempo i familiari degli studenti desideravano un incontro con il Papa, per mostrare la loro devozione e avere una benedizione per i figli”, spiega Padre Michael Ryan. “Il Santo Padre è arrivato in piazza San Pietro con il viso raggiante e il suo tenero sorriso. Gli studenti e i familiari hanno potuto vederlo da vicino, provando un sentimento di affetto filiale. Questo incontro ha contribuito a rafforzare la nostra fede. Ha consolidato l’impegno delle famiglie nell’appoggiare l’opera di formazione accademica ed umana con i ragazzi dell’Università Europea di Roma”.

Nello stessa mattina il Papa ha salutato anche un gruppo di novelli sposi.
Fra questi anche Emmanuele Mazzuca, Responsabile Student Care dell’Università Europea di Roma, e sua moglie Claudia Del Gatto, che lavora nel Coordinamento Accademico dello stesso ateneo.

“Abbiamo provato una grande gioia nell’incontrare il Santo Padre, a pochi mesi dal nostro matrimonio”, afferma Emmanuele. “Abbiamo raccontato che io e Claudia ci siamo conosciuti ed innamorati lavorando insieme all’università. Poi gli abbiamo mostrato una pubblicazione dell’Università Europea di Roma, chiedendo una benedizione speciale per tutto l’Ateneo. Il Papa, chiudendo gli occhi, ha pregato e impartito la benedizione”.

“E’ stato un momento di grande intensità emotiva”, aggiunge Claudia. “Essere di fronte al Papa riempie il cuore di felicità. Il Santo Padre mi ha tenuto la mano con tenerezza, durante il nostro saluto, ed ha continuato a tenerla per qualche minuto, mentre incontrava le altre coppie sposate. Non potrò mai dimenticare questa giornata. Provo un sentimento di profonda gratitudine, per aver avuto la possibilità di vivere questo incontro”.

Condividi: