ricerca

  • I Anno
    I Anno
  • Bandi
    Bandi
  • II Anno
    II Anno
  • Avvisi
    Avvisi

AVVISO IMPORTANTE

I candidati alla prova di ammissione alla SSPL (a.a. 206/2017) sono stati ammessi a frequentare il primo anno di corso. A breve sarà pubblicata la graduatoria.

Si ricorda che le lezioni avranno inizio venerdì 18 novembre p.v. secondo il calendario [clicca qui]

 

DATE DA RICORDARE

18 novembre 2016: inizio lezioni primo anno


Decreto Rettorale n. 144 del 6 ottobre 2016, recante "Modifiche al Bando di Concorso per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell'Università Europea di Roma - A.A. 2016/2017".

Decreto Rettorale n. 136 del 12 settembre 2016, recante "Bando di Concorso per l'ammissione alla Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell'Università Europea di Roma - A.A. 2016/2017".

Decreto Interministeriale 8 agosto 2016 n. 629 del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, di concerto con il Ministro della Giustizia recante "Bando di concorso per l’accesso alle scuole di specializzazione per le professioni legali. Anno accademico 2016-2017".

 

 

Le Scuole di Specializzazione per le Professioni Legali (SSPL) sono state istituite dall’art. 16 del d.lgs. n. 398/1997. Sono il canale di accesso più agevole e rapido per i neo-laureati al concorso per magistrato ordinario, preparando anche all'esame di abilitazione per avvocato e al concorso per notaio, in entrambi casi il titolo equivale a 12 mesi di pratica.

Oltre il 50 per cento del monte ore previsto sarà dedicato allo svolgimento di attività pratiche, esercitazioni e prove scritte, quali la stesura di pareri ed atti giudiziari, propedeutici all'esame di abilitazione forense, di atti notarili e di temi per la preparazione degli studenti ai concorsi notarili e per uditore giudiziario, in considerazione della stretta integrazione che deve sussistere tra l'illustrazione teorica delle problematiche interpretative e la loro verifica pratica.

Gli studenti del secondo anno possono presentare una tesina su una delle materie oggetto del corso di specializzazione, accordandosi con il Coordinatore o con il Vice-coordinatore della materia prescelta sul tema. La positiva valutazione dell'elaborato arricchisce il curriculum dello specializzando.